AGI – Il ministro della Difesa ucraino, Oleksii Reznikov, ha reso noto che le truppe ucraine cominceranno ad addestrarsi per utilizzare i carri armati Leopard 2; e questo nonostante ieri a Ramstein, nella base americana in Germania, la Lega di Paesi alleati non abbia deciso nulla sull’opportunità di fornire a Kiev i carri armati di fabbricazione tedesca.

Міністр оборони України Олексій Резніков “дуже задоволений” результатами Рамштайну-8. І ті пакети озброєння, які оголосили низка країн, і допомога, про яку не говорять публічно – надихає, сказав він. Що ж стосується передачі танків Україні – і тут є прорив – запевняє міністр. pic.twitter.com/HDt7LklCyC

— Голос Америки Українською (@holosameryky)
January 21, 2023

Reznikov ha detto all’emittente statunitense in lingua ucraina “Voice of America” che le truppe ucraine si addestreranno sui carri armati in Polonia e ha descritto lo sviluppo come una svolta. “Spero -ha aggiunto- che la Germania, con calma, dopo aver condotto le proprie consultazioni interne, giunga a una decisione sull’eventuale trasferimento di carri armati. Sono ottimista su questo”.  

La Russia ha definito la riunione degli alleati dell’Ucraina di oggi a Ramstein una “provocazione” e un'”escalation pericolosa” e ha rivendicato progressi delle forze armate russe nell’Ucraina orientale e sud-orientale.

“Riteniamo che questa sia un’aperta provocazione da parte dell’Occidente che alza la posta in gioco del conflitto. Questo porterà inevitabilmente a un aumento delle vittime e a una pericolosa escalation“, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova.

Quanto al portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, aveva avvertito che le nuove forniture di armi a Kiev dai suoi alleati “non cambieranno nulla in termini di progressi della Russia verso i suoi obiettivi” e ha invitato a “non esagerare l’importanza dei nuovi aiuti militari in termini di capacità di fare la differenza” sul campo di battaglia: al contrario, ha detto, il programma “dara’ all’Ucraina più problemi” a causa della “manutenzione e riparazione” che le armi richiedono.

Intanto, il presidente russo Vladimir Putin ha convocato il Consiglio di sicurezza russo per discutere la situazione della campagna militare, proprio mentre i Paesi del Gruppo di contatto iniziavano a discutere degli aiuti militari a Kiev. “Durante l’incontro si è svolto uno scambio di opinioni sull’operazione militare speciale”, ha comunicato il Cremlino, utilizzando l’espressione con cui definisce l’intervento militare in Ucraina. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito