AGI – Carlo III si è impegnato a destinare al “bene pubblico generale”, e non alla famiglia reale, un miliardo di sterline di profitti derivanti dallo sfruttamento di sei nuove centrale eoliche offshore di proprietà della Crown Estate. Per legge il finanziamento pubblico da parte della Royal Household – Casa Reale – si basa sul 25% dei profitti realizzati dalla Crown Estate, ma ora il sovrano vuole ridurre questa percentuale in modo che il Tesoro ne trattenga di più per finanziare la spesa pubblica. Il suo annuncio, rilanciato dai media britannici, fa seguito al messaggio di Natale di Carlo III nel quale aveva evidenziato le pressioni della crisi globale sul costo della vita dei cittadini. La sua decisione è stata accolta come un’azione concreta per evitare quello che avrebbe potuto rappresentare un imbarazzante aumento del reddito per i reali.

Cos’è The Crown Estate

The Crown Estate è un’attività commerciale gestita in modo indipendente, i cui profitti vanno al Tesoro, ma tali profitti sono utilizzati come parametro di riferimento per il livello di finanziamento pubblico per la famiglia reale, noto come Sovereign Grant, che l’anno scorso valeva 86,3 milioni di sterline. Questi profitti dovrebbero ora essere notevolmente aumentati dagli accordi per lo sviluppo di sei nuovi parchi eolici offshore, per un valore complessivo di un miliardo di sterline all’anno per almeno tre anni in commissioni da parte delle aziende che acquistano i diritti per costruire parchi eolici sui siti offshore di Crown Estate. Buckingham Palace ha annunciato che alla luce della “manna energetica offshore”, il Re vuole ridurre la fetta di profitti utilizzata per calcolare la sovvenzione. 

Al momento, il Sovereign Grant si basa sul 25% dei profitti della Crown Estate – un aumento temporaneo rispetto al solito 15% – con il finanziamento extra utilizzato per le riparazioni e le ristrutturazioni di Buckingham Palace. La sovvenzione viene impiegata per pagare i costi del lavoro dei reali, come i viaggi per impegni ufficiali e per il mantenimento dei palazzi reali.

E’ attualmente in corso presso il Tesoro una revisione di questa percentuale di profitti della Crown Estate destinata al finanziamento reale, con una decisione attesa nei prossimi mesi. Sir Michael Stevens, il custode della borsa privata, ha scritto al primo ministro e cancelliere per proporre una “riduzione adeguata”. Ma gli attivisti anti-monarchici di Republic hanno respinto la mossa, definendola un “cinico Public Relations per anticipare una decisione del governo di ridurre la percentuale”.

I progetti

L’amministratore delegato del gruppo, Graham Smith, ha detto che la dichiarazione del re “rifletteva un accordo che non aveva il potere di cambiare”. Tre delle nuove ubicazioni del parco eolico offshore si trovano al largo della costa del Galles del Nord, della Cumbria e del Lancashire, e tre si trovano nel Mare del Nord al largo della costa dello Yorkshire e del Lincolnshire. Una volta sviluppati, l’ambizione è che generino elettricità sufficiente per sette milioni di case entro il 2030. Questi ultimi impianti andranno ad aggiungersi agli esistenti 36 parchi eolici offshore operativi nei siti di Crown Estate al largo delle coste di Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord.

Dan Labbad, amministratore delegato di Crown Estate, ha salutato i vantaggi di questa prossima generazione di progetti. “Dimostrano il valore di vasta portata che il nostro settore eolico offshore di livello mondiale puo’ offrire alla nazione – ha sottolineato – con energia prodotta in casa per tutti, posti di lavoro e investimenti per le comunità, entrate per i contribuenti, energia pulita a beneficio dell’ambiente e un approccio attento e sostenibile che rispetti la nostra ricca biodiversità”. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito