AGI – Un agente di polizia britannico in servizio presso l’unità armata che protegge parlamentari e diplomatici stranieri ha ammesso 24 capi d’accusa di stupro e una serie di altri reati sessuali commessi nell’arco di quasi due decenni. David Carrick, 48 anni, è comparso in tribunale a Londra e si è dichiarato colpevole di quattro accuse di stupro, oltre che di falsa detenzione e aggressione indecente nei confronti di una donna di 40 anni nel 2003.

In una precedente udienza del dicembre dello scorso anno, ammise 43 reati altre 11 donne, tra cui 20 stupri, in un periodo di 16 anni fino al settembre 2020. Il corpo di polizia cui appartiene Carrick, la Metropolitan Police, si è scusato con le sue vittime, dopo che è emerso che la polizia era a conoscenza di diverse accuse di stupro, violenza domestica e molestie nei suoi confronti. Ma Carrick non ha dovuto affrontare alcuna sanzione penale o procedimento disciplinare interno. È stato sospeso dal servizio dopo essere stato arrestato nell’ottobre 2021.

La Met è stata sottoposta a un intenso controllo sulla condotta dei suoi agenti, in particolare dopo il rapimento, lo stupro e l’omicidio di una giovane donna nel sud di Londra nel marzo 2021. Wayne Couzens, che ha prestato servizio anche nella squadra di protezione diplomatica della Met, aveva fermato Sarah Everard sostenendo falsamente che aveva violato le regole di isolamento del coronavirus. La donna è stata poi violentata e strangolata. Couzens ha ammesso di averla uccisa e sta scontando una condanna a vita in carcere.

La polizia è stata criticata per la mancanza di procedure di controllo adeguate su Couzens e per non aver preso provvedimenti dopo che si era presumibilmente esposto nel 2015. Il sindaco di Londra Sadiq Khan, il cui ufficio sovrintende alle attività di polizia nella capitale britannica, ha dichiarato di essere “nauseato e inorridito” dal reato commesso da Carrick.

“I londinesi saranno giustamente scioccati dal fatto che quest’uomo abbia potuto lavorare per la Met per così tanto tempo e devono essere date risposte a domande serie su come abbia potuto abusare della sua posizione di ufficiale in questo modo orrendo”, ha aggiunto. Gli investigatori hanno detto che Carrick ha incontrato alcune delle sue vittime attraverso app di incontri online o in occasioni sociali e ha usato la sua posizione di ufficiale di polizia per ottenere la loro fiducia. Poi le ha sottoposte ad aggressioni, controlli coercitivi e trattamenti degradanti.

“È incredibile pensare che questi reati possano essere stati commessi da un ufficiale di polizia in servizio”, ha dichiarato l’ispettore capo Iain Moor, dell’unità di criminalità organizzata di Bedfordshire, Cambridgeshire e Hertfordshire. Il vice commissario del Met, Barbara Gray, ha elogiato il coraggio delle donne per essersi fatte avanti e ha descritto Carrick come un “prolifico criminale sessuale seriale” che ha “devastato” le loro vite e intaccato la fiducia nella polizia. Ha ammesso che il suo comportamento avrebbe dovuto essere rilevato e ha detto che il caso è stato deferito all’organo di controllo della polizia. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito