AGI – Un’energia straordinaria, un’atmosfera di lavoro e di festa e dei numeri di presenza di cui si era persa memoria. Questo il bilancio provvisorio, della 103esima edizione di Pitti Immagine Uomo: quasi 800 collezioni di moda maschile, lifestyle e genderless in Fortezza da Basso, più gli eventi speciali in altri luoghi della città.

I primi dati di affluenza registrano numeri di presenze molto alti e molto incoraggianti: già 12.600 i buyer registrati, di cui il 33% dall’estero, in rappresentanza di oltre 6mila aziende di vendita e distribuzione (boutique, dettaglio, multimarca, department e specialty stores, catene, piattaforme specializzate di e-commerce), con un aumento del 200% rispetto al gennaio 2022: gli italiani sono 8.400 (+ 175%), gli esteri 4.200 (+250%).

The sun is out in Florence and the city is full of editors, stylists, and buyers, in town for the Pitti Uomo fair. Here, find some of the best street style photos from this year: https://t.co/xD0Tb1NiEN pic.twitter.com/Wp6NztpxNl

— Vogue Runway (@VogueRunway)
January 12, 2023

Un’attendibile proiezione di queste percentuali a poco più di metà percorso sul risultato finale, ci fa stimare il dato totale delle affluenze di soli buyers (escluse le altre categorie di visitatori) intorno alle 14mila presenze. I primi 10 mercati esteri più presenti a questa edizione sono: Germania (siamo già a oltre 500 compratori tedeschi), Olanda, Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti, Spagna, Turchia, Svizzera, Giappone e Belgio. Finalmente, grande soddisfazione per il ritorno dei migliori compratori asiatici.

Dal Giappone sono arrivati oltre 180 buyer (erano stati 6 nel gennaio 2022), dalla Corea del Sud sono stati più di 130 (rispetto ai 5 del gennaio 2022), così come sono tornati i buyer dalla Cina continentale, Cina-Hong Kong, Taiwan, Singapore e Tailandia, paesi che all’ultima edizione invernale erano stati quasi assenti. Altro dato interessante e’ il risultato delle presenze dei compratori dai paesi nordici-scandinavi (Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia), già a quota 214 a questa edizione – erano stati 60 in totale l’inverno scorso.

Da segnalare anche gli exploit di Israele, Messico, Canada, Irlanda, i numeri in grande ripresa dai paesi dell’Europa Orientale e dal Medio Oriente, e dal blocco Azerbaijan – Uzbekistan – Kazakistan. Erano 4 i compratori di questi paesi l’anno scorso, quest’anno 43. Il salone resterà aperto fino a venerdì 13 gennaio. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito