AGI – Un file danneggiato nel sistema ‘Notam’ di allerta per i piloti, ha portato al blocco dei voli per diverse ore ieri negli Stati Uniti, con oltre 10mila voli ritardati o cancellati. La notizia, anticipata dalla Cnn, è stata confermata dalla Faa, la Federal Aviation Administration: “Il nostro lavoro preliminare – si legge in una nota – ha fatto risalire l’interruzione del servizio a un file di database danneggiato. Al momento, non ci sono prove di un attacco informatico“.

La Faa sta ancora cercando di determinare se una persona o un “ingresso di routine” nel database sia responsabile del file danneggiato, ha riferito alla Cnn un funzionario governativo.

Secondo la ricostruzione del network americano, quando i funzionari del controllo del traffico aereo si sono resi conto di avere un problema con il file danneggiato, hanno elaborato un piano di ripristino per riavviare il sistema quando sono previsti meno voli, mercoledì mattina presto.

Ma l’intervento tecnico, alla fine, ha portato comunque a enormi ritardi e alla decisione senza precedenti di interrompere tutte le partenze degli aerei a livello nazionale. Il sistema informatico che si è guastato era il database centrale per tutti i Notam a livello nazionale. Tali avvisi avvisano i piloti di problemi lungo il loro percorso e a destinazione. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito