AGI – In questa stagione sciatrici e sciatori oltre agli slalom tra le porte rosse e blu sulle ormai poche piste rimaste, lo stanno facendo anche per far fronte alle bizze del meteo. Poca neve e temperature che per il periodo sono ‘africane’, stanno costringendo ad una serie di modifiche e cancellazioni di eventi di Coppa del mondo dove ruotano diritti televisivi e un certo giro di sponsor.

Premettendo che l’Italia – intense le Alpi perché sull’Appennino non si scia –  sta vivendo un periodo “fortunato” per quanto concerne l’innevamento, in centro Europa la situazione è difficile. Come noto, in Austria e Svizzera ci sono stazioni sciistiche che non hanno aperto la stagione e altre costrette a chiudere piste ed impianti.

Da inizio stagione nel solo Circo bianco maschile sono state ben nove le gare cancellate per mancanza di neve o maltempo (è accaduto a fine novembre a Lake Louise). Il circuito femminile ha fatto fronte a cinque cancellazioni.

Tutto è iniziato a fine ottobre con la doppia dolorosa cancellazione per mancanza di neve di quella che sarebbe stata la prima storica tappa transfrontaliera – due discese libere maschili ed altrettante femminili – tra la svizzera Zermatt e l’italiana Cervinia. Successivamente sempre per carenza di neve, sono stati cancellati i due slalom paralleli del 12 e 13 novembre nella località austriaca di Lech/Zuers.

Per quanto concerne lo sci maschile con oltre due settimane di anticipo è già arrivata la cancellazione delle due gare veloci di fine gennaio inizialmente programmate a Garmisch-Partenkirchen: la pista ‘Kandahar’ della località tedesca per il 28 e 29 è già sicuro che non sarà pronta.

È di oggi la notizia che, a seguito delle elevate temperature in Repubblica Ceca, la località italiana di Plan de Corones ‘beneficerà’ di una seconda gara. Sulla pista ‘Erta’ della stazione sciistica altoatesina allo slalom gigante già previsto il 24 gennaio, è stato aggiunto un secondo, quello inizialmente previsto a fine mese a Spindleruv Mlyn. Nella località ceca, invece, si disputeranno due slalom speciali, quello previsto da calendario ed il recupero di quello cancellato lo scorso giovedì 5 gennaio a Zagabria.

Nella combinata nordica (sci di fondo e salto) il caldo non consente l’innevamento né a Chaux-Neuve in Francia né a Klingenthal in Germania e quindi la tappa di Coppa del 20 e 21 gennaio non si svolgerà.

A Ruhpolding in Germania durante la gara maschile della Coppa del mondo di biathlon si sono verificate molteplici interruzioni di corrente. I blackout, durati circa dieci minuti, hanno mandato in tilt l’illuminazione del bersaglio al poligono di tiro, l’intera tecnologia dello stadio compreso il tabellone segnapunti, il segnale televisivo e la trasmissione dati in diretta sul sito ufficiale della federazione internazionale. Schermi neri non solo per i 10.000 spettatori ma anche per milioni di telespettatori.

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito