AGI – Alcuni documenti segreti di Joe Biden al tempo in cui era vicepresidente degli Stati Uniti sono stati trovati in un ufficio privato. I National Archives, gli archivi di Stato, hanno riportato la questione al dipartimento Giustizia perchè vengano avviate indagini.

Gli avvocati di Biden hanno trovato materiale governativo, a novembre, mentre stavano chiudendo un ufficio che Biden aveva usato al tempo in cui era stato professore onorario all’Università della Pennsylvania, in un periodo che va dal 2017 al 2019. La notizia è stata data per prima dalla Cbs e ripresa dalla Cnn. Si parla di una meno di una dozzina di documenti. Non è chiaro, riporta la Cnn, di cosa si tratti e se siano stati portati via dall’ufficio di Biden.

“La Casa Bianca – ha commentato Richard Sauber, consigliere speciale del presidente degli Stati Uniti – sta cooperando con i National Archives e il dipartimento della Giustizia riguardo la scoperta di documenti che sembrano legati all’amministrazione Obama-Biden”. “I documenti – ha aggiunto – sono stati scoperti quando gli avvocati personali del presidente stavano sgombrando l’ufficio al Penn Biden Center di Washington”.

La scoperta è avvenuta il 2 novembre, e i legali hanno subito notificato la presenza dei documenti agli Archivi di Stato, che hanno preso il materiale il giorno successivo.

L’ex presidente Donald Trump ha chiesto all’Fbi di perquisire tutte le abitazioni di Joe Biden. “Quando è che l’Fbi – ha commentato Trump su Truth – andrà a perquisire le molte case di Joe Biden, e forse persino la Casa Bianca? Questi documenti non erano certamente ‘non classificati'”. I documenti dell’amministrazione Obama-Biden sono stati trovati dagli avvocati personali del presidente mentre stavano liberando la stanza di un ufficio a Washington usato, in qualità di professore onorario dell’Università della Pennsylvania, da Biden. I legali hanno subito notificato la scoperta agli Archivi di Stato, che il giorno dopo sono entrati in possesso dei documenti. I funzionari degli Archivi hanno informato il dipartimento Giustizia, che ha avviato le indagini. Trump è attualmente sotto inchiesta per aver tenuto nascosti nel suo resort di Mar-a-Lago, in Florida, centinaia di documenti riservati portati via dalla Casa Bianca e non consegnati agli Archivi di Stato. Ad agosto, durante un blitz, gli agenti dell’Fbi hanno sequestrato tutti i file, oggetto adesso di un’indagine federale.

“Ci è stato detto per mesi – ha commentato il figlio del tycoon, Donald Trump Jr. – che questo era tradimento e motivo di impeachment e meritevole di pena di morte, ma adesso ho la sensazione che non succederà niente”. Per legge presidente e vicepresidente devono consegnare ai National Archives tutti i documenti, una volta finito il mandato. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito