AGI – A una settimana dal voto di metà mandato i repubblicani sono in vantaggio di due punti sui democratici.

È quanto emerge da un sondaggio del Wall Street Journal, secondo il quale il 46% degli elettori che si sono registrati per votare darà il proprio voto al Gop, il Grand Old Party, come viene chiamato il partito repubblicano. Il 44% invece voterà per i democratici.

Seppure il margine sia ristretto, rappresenta un segnale di cambiamento: in un sondaggio simile, realizzato ad agosto dal giornale finanziario newyorkese, i progressisti risultavano avanti di tre punti. Il tema dell’aborto è diventato meno decisivo.

I democratici erano riusciti a ricucire lo strappo sfruttando l’indignazione seguita alla decisione della Corte Suprema di revocare il diritto all’aborto.

Inflazione e economia sono rimaste le priorità per gli americani. Non solo: dal sondaggio del Wall Street Journal emerge che gli elettori conservatori sono più entusiasti dei progressisti, soprattutto tra gli ispanici e le donne, proprio quelle su cui i progressisti erano convinti di poter costruire la rimonta.

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito