AGI – C’è stata una grave aggressione nel centro commerciale, Carrefour, di Assago nel milanese. Un morto e quattro feriti, tra le persone coinvolte anche il calciatore del Monza, Pablo Marì. I carabinieri hanno velocemente escluso l’ipotesi di una matrice fondamentalista. 

L’autore, un 46enne, è infatti affetto da disturbi psichici, in cura da un anno per una forte depressione. L’uomo è stato bloccato da alcuni clienti e consegnato ai carabinieri di Corsico. Dopo essersi impossessato di un coltello in esposizione sugli scaffali del supermercato, senza apparenti motivi, ha colpito a caso chi gli passava vicino. Il decesso riguarda un diipendente dell’ipermercato.

A fermarlo è stato Massimo Tarantino ex calciatore del Bologna, dell’Inter e del Napoli, che, ai microfoni di Fanpage.it, ha detto però “Non ho fatto niente, non sono un eroe”.

Quattro feriti sono stati ricoverati in Codice Rosso e uno in Codice Giallo mentre per una sesta persona coinvolta non è stato necessario il ricovero.  Un uomo, 28 anni, ferito al torace è stato portato all’ospedale di Niguarda, mentre un altro individuo, di 40 anni, colpito al torace, è stato trasportato al Policlinico di Milano.  

È stata ferita anche una donna di 72 anni alla mano: è stata portata in Codice Giallo al San Gerardo Monza mentre un’altra donna di 81 anni e’ stata “valutata ma non ospedalizzata”

Carrefour Italia

 “In merito ai fatti verificatisi nell’Ipermercato di Assago nella serata del 27 ottobre, Carrefour Italia esprime la massima vicinanza ai dipendenti e ai clienti coinvolti nell’aggressione e alle loro famiglie”. Lo scrive in una nota l’azienda che “conferma che si è subito attivata per allertare i soccorsi e le forze dell’ordine e per fermare l’aggressore, che è stato preso in custodia, e per garantire il corretto svolgimento delle operazioni di soccorso”.

Rappresentanti dei vertici aziendali “si sono immediatamente recati sul posto e sono in stretto contatto con le vittime e le loro famiglie. Carrefour Italia ha inoltre subito attivato un servizio di supporto psicologico per tutti i collaboratori coinvolti direttamente o indirettamente nell’accaduto”.

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito