AGI – Il neo premier britannico Rishi Sunak ha ricostituito il governo conservatore dopo la repentina fine dell’esecutivo guidato da Liz Truss, che negli ultimi dei 49 giorni della sua durata aveva registrato alcune defezioni.

Nei posti chiave, Sunak ha confermato i ministri precedenti: è il caso del Cancelliere dello scacchiere Jeremy Hunt, che aveva assunto l’incarico dopo l’uscita di scena di Kwasi Kwarteng, ministro delle Finanze affossato dal clamoroso fiasco del suo “mini-bilancio”.

Confermati anche James Cleverly, che rimarrà segretario agli Esteri, Ben Wallace alla Difesa e Suella Braverman, riconfermata agli Interni una settimana dopo essersi dimessa dallo stesso ruolo, mentre Grant Shapps sostituisce Jacob Rees-Mogg come segretario di Stato responsabile per gli Affari.

Torna il vicepremier di Johnson Dominic Raab, che sarà anche ministro della Giustizia.

Il neo premier ha nominato Hon Mel Stride come ministro del Lavoro e delle Pensioni e ha promosso Gillian Keegan, sottosegretaria agli Esteri e Commonwealth nella breve stagione Truss, a ministra per l’Educazione.

Rishi Sunak ha promesso nel suo discorso di investitura di correggere gli errori commessi durante il breve passaggio a Downing Street dell’ex premier LizTruss, avvertendo che sarà necessario prendere “decisioni difficili” in piena crisi economica e sociale.

L’ex banchiere e ministro delle Finanze diventa il terzo primo ministro in due mesi e il quinto in sei anni, da quando cioè gli inglesi hanno deciso la Brexit.

Si è detto consapevole della necessita’ di ristabilire la fiducia dopo gli scandali che hanno colpito il governo di Boris Johnson, di cui lo stesso Sunak faceva parte come Cancelliere dello Scacchiere. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito