AGI – Il ministro degli Esteri iraniano ha dichiarato che Teheran non rimarrebbe “indifferente”, nel caso diventasse evidente che la Russia sta utilizzando droni di fabbricazione iraniana in Ucraina.

Le sue parole arrivano dopo che il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha dichiarato che la Russia ha ordinato circa 2 mila droni dall’Iran, gli stessi che secondo Kiev ha utilizzato nei suoi recenti attacchi anche contro civili in Ucraina.

“Siamo contrari ad armare sia la Russia che l’Ucraina”, ha ribadito il capo della diplomazia della Repubblica islamica, Hossein Amirabdollahian, come riportano i media locali. “Non abbiamo fornito alla Russia armi o droni da utilizzare nella guerra contro l’Ucraina”, ha continuato, pur riconoscendo che i due Paesi hanno una cooperazione in materia di difesa.

Il ministro ha riaffermato la volontà dell’Iran di avere colloqui diretti con l’Ucraina sulla questione e ha affermato di averlo comunicato al capo della politica estera europea, Josep Borrell, nei giorni scorsi. “Ho sottolineato con Borrell che se diventa chiaro per noi che la Russia ha utilizzato droni iraniani nella guerra contro l’Ucraina, non saremo sicuramente indifferenti a questo problema”, ha detto Amirabdollahian.

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito