AGI – Un numero imprecisato di membri dei servizi statunitensi è stato ferito in due distinti attacchi missilistici contro le strutture che ospitano le truppe americane in Siria, secondo quanto riferito da un funzionario del governo degli Stati Uniti. Lo riferisce il sito di Nbc News. Le ferite sono state “lievi”, ha detto il funzionario, e le notizie sul numero di feriti sono ancora in aggiornamento.

Le sedi di Conoco e Green Village, entrambe nel nord-est della Siria, hanno iniziato a essere bersagliate da razzi mercoledì pomeriggio. Non è chiaro se entrambe le sedi abbiano subito danni alle strutture o alle attrezzature. Gli Stati Uniti hanno risposto con attacchi da elicotteri d’attacco Apache, colpendo almeno tre veicoli e uccidendo diverse persone ritenute responsabili del lancio dei razzi.

Gli attacchi sono iniziati intorno alle 19,20 ora locale in Siria, riferisce ancora Nbc News, e l’intero incidente, compresi gli attacchi e la risposta militare degli Stati Uniti, è durato circa due ore. Non si sa ancora quale sia il gruppo militante dietro gli attacchi.

Mercoledì scorso, gli Stati Uniti hanno lanciato attacchi aerei in Siria, colpendo quelle che secondo loro erano infrastrutture utilizzate da gruppi affiliati al Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche dell’Iran. Gli attacchi sono stati effettuati su ordine del presidente Joe Biden, ha dichiarato in un comunicato il colonnello Joe Buccino, direttore della comunicazione del Comando centrale.

L’esercito statunitense ha annunciato di aver risposto al lancio di razzi nel nord-est della Siria, uccidendo “due o tre sospetti militanti sostenuti dall’Iran che hanno effettuato uno degli attacchi”.

“Le forze statunitensi hanno risposto al lancio di razzi in due siti in Siria oggi, distruggendo tre veicoli e l’attrezzatura utilizzata per lanciare alcuni dei razzi”, ha dichiarato il Comando dell’esercito americano per il Medio Oriente in un comunicato. Il giorno prima, gli Stati Uniti hanno bombardato le basi delle milizie filo-iraniane nella parte orientale del Paese. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi