AGI – “In totale, dodici Paesi membri sono stati colpiti dal taglio unilaterale delle forniture di gas dalla Russia e dieci Stati hanno diramato un avvertimento iniziale ai sensi delle regole sulla sicurezza dell’approvvigionamento di gas. Il rischio di una totale interruzione delle forniture di gas è oggi più reale che mai”. Lo ha dichiarato il vice presidente della Commissione europea, Frans Timmermans, nel suo intervento al Parlamento europeo a Bruxelles. Tuttavia, “gli attuali livelli di riempimento delle forniture di gas è superiore al 50% della capacità totale, ben al di sopra dello scorso anno”.

La Russia è un fornitore di energia all’Europa molto affidabile e “adempie rigorosamente a tutti i suoi obblighi”. Lo ha ribadito il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov spiegando alla stampa che la Germania era stata informata sui “cicli di servizio” del gasdotto Nord Stream 1, che deve essere sottoposto a manutenzione dall’11 al 21 luglio. Lo riportano le agenzie russe.

I flussi di gas attraverso il gasdotto sottomarino Nord Stream 1 dalla Russia alla Germania sono diminuiti. La Russia afferma che un problema tecnico causato dalle sanzioni ha costretto il colosso statale Gazprom a ridurre il flusso, mentre Italia e Germania sostengono che si tratti di un pretesto. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi