AGI – Massiccia presenza di polizia a piazza Tiananmen nel giorno del 33esimo anniversario della sanguinosa repressione del 1989. Le autorità hanno installato dispositivi di riconoscimento facciale sulle strade che conducono alla piazza e hanno fermato diversi passanti per identificarli, tra un folto gruppo di ciclisti a cui è stato chiesto di scansionare individualmente le loro carte d’identità. La presenza della polizia nell’area è quasi triplicata rispetto al solito.

Sulle piattaforme social sono stati oscurati i riferimenti al 4 giugno. Ad Hong Kong, fino a due anni fa l’unico luogo in Cina in cui era ancora tollerato il ricordo dell’evento, è stata vietata la veglia da quando Pechino ha imposto una legge sulla sicurezza nazionale per soffocare il dissenso dopo le enormi proteste pro-democrazia del 2019.

Le autorità venerdì hanno avvertito che “partecipare a un’assemblea non autorizzata” comporta il rischio di infrangere la legge e di una pena massima di cinque anni di reclusione. Alla viglia della nniversario gran parte di Victoria Park, sede della tradizionale veglia annuale a lume di candela, e’ stata chiusa al pubblico. 
 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi