AGI – I futures sui cereali statunitensi sono in netto rialzo, con i prezzi del mais che hanno toccato nuovamente i massimi da un decennio, mentre le condizioni climatiche sfavorevoli degli Stati Uniti e le esportazioni del Mar Nero bloccate a causa della crisi ucraina hanno intensificato le preoccupazioni per l’irrigidimento delle forniture globali. Il contratto di mais più attivo sul Chicago Board of Trade (Cbot) è salito fino a 8,13 dollari a bushel, al top da settembre 2012, dalla chiusura di lunedi’ di 8,07 dollari a bushel.

Il grano Cbot è in rialzo dello 0,8% a 11,37 dollari per bushel, estendendo i guadagni da ieri, mentre i semi di soia Cbot sono saliti per la quinta sessione di seguito, a +0,6% a 17,24 dollari per bushel. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi