AGI – Nel 54esimo giorno di guerra, il ministero della Difesa di Mosca ha annunciato di aver distrutto vicino Leopoli un grosso deposito di armi inviate agli ucraini da Usa ed Europa. Intanto, Mariupol continua a resistere rallentando l’intera offensiva di Mosca in Ucraina. Rimane alto l’allarme a Est dove si registrano le prime vere battaglie della nuova offensiva: a Kharkiv le autorita’ hanno chiesto ai residenti di rimanere nei rifugi per tutta la giornata, mentre il governatore di Lugansk ha avvertito che “in tutta la regione non c’è più un luogo sicuro”.

Da Sebastopoli, in Crimea, il governatore Mikhail Razvozhayev ha riferito della morte di Alexander Chirva, comandante della nave da sbarco russa ‘Caesar Kunikov’, ferito nei combattimenti in Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin ha insignito di una onorificenza la brigata dell’esercito che è stata accusata dei massacri commessi nella cittadina ucraina di Bucha

Ogni ritardo dei partner occidentali nel consegnare armi all’Ucraina equivale a dare alla Russia “il permesso di prendere le vite degli ucraini”. Lo ha detto, nel suo ultimo messaggio video, roportato dalla stampa ucraina, il presidente Volodymyr Zelensky.

“Il destino della battaglia” per il Donbass “dipende anche da loro”, ha detto riferendosi ai partner che dovrebbero rifornire di armi il Paese.  “Così come l’esercito russo sta distruggendo Mariupol, vogliono spazzare via altre città, altre comunità delle regioni di Donetsk e Luhansk”, ha detto ancora, sottolineando che Mosca ha intenzione “letteralmente di finire e distruggere il Donbass – distruggere tutto ciò che una volta dava gloria a questa regione industriale”

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi