AGI – Due giovani gravemente feriti e in pericolo di vita in 48 ore ‘per gioco’. Uno di 17 anni folgorato dall’alta tensione per essersi arrampicato sul tetto di un vagone ferroviario, l’altro, un 14enne di Arezzo rimasto ustionato per partecipare ad una challenge di Tik Tok che prevede l’uso di alcol e fiammiferi.

Due ‘sfide’, una virtuale l’altra ‘fisica’ finite male e per le quali si cercano spiegazioni soddisfacenti che non siano solo quelle di un generalizzato ‘malore psicologico da adolescenti. E di ieri sera quello del giovane folgorato: nella sua ‘impresà, compiuta davanti ad alcuni amici, ha urtato i cavi dell’alta tensione dopo essersi arrampicato sul tetto del treno ed è finito ricoverato all’ospedale Cisanello. Sull’episodio indaga la Polfer di Pisa che, sulla base delle testimonianze degli amici, sta cercando di ricostruire la dinamica. Il gruppo si era introdotto nel deposito ferroviario di Campaldo, alle porte di Pisa, e il ragazzo sarebbe volato giu’ da una altezza di circa tre metri dopo essere rimasto folgorato.

Sarebbe invece conseguenza di una sfida di Tik Tok la causa del grave incidente che ha visto il giovanissimo aretino ustionarsi nel 50% del corpo. Tutto è avvenuto nel giardino della sua abitazione. Il giovane avrebbe acceso il fuoco ma la situazione gli sarebbe sfuggita di mano ed è stato avvolto dalle fiamme. I genitori non erano in casa. Il ragazzo è stato portato immediatamente all’ospedale Meyer di Firenze, sottoposto ad auto trapianto di pelle e si trova in terapia intensiva in coma farmacologico. Anche in questo caso è stata subito avviata un’inchiesta da parte della polizia di Arezzo.

Oggi è stata la stessa Tik Tok a intervenire sulla vicenda: “Prima di tutto vorremo rivolgere un pensiero di vicinanza al ragazzo che si è infortunato e alla sua famiglia – ha scritto la società in una nota – In TikTok la sicurezza della nostra community, in particolare degli utenti piu’ giovani, è sempre stata la nostra priorità assoluta”.

“Le ‘Linee Guida della Community’ – ricorda il portavoce – stabiliscono una serie di regole e un codice di condotta per garantire uno spazio sicuro e accogliente per tutti. Nonostante il nostro team dedicato alla sicurezza – da una prima analisi – non abbia riscontrato evidenza di trend in tal senso, continueremo a monitorare come parte del nostro continuo impegno per mantenere la nostra community al sicuro e rimuoveremmo immediatamente contenuti che violano le nostre policy”. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi