AGI – La 51esima giornata di guerra in Ucraina ha visto il Pentagono confermare la versione di Kiev secondo cui, l’ammiraglia della Flotta russa del Mar Nero è stata affondata da un attacco missilistico ucraino, infliggendo uno dei colpi più pesanti allo sforzo bellico di Mosca e fornendo un potente simbolo della resistenza di Kiev contro un nemico sulla carta più forte militarmente.

Nell’attacco – che Mosca continua a negare sostenendo si sia trattato di un’esplosione a bordo – è morto il comandante Anton Kuprin e secondo le autorità ucraine l’equipaggio non era stato evacuato e ci sarebbero altre vittime. Per l’intelligence britannica, il secondo naufragio di cui è vittima la flotta di Mosca (il 24 marzo era affondata un’altra nave russa) “spingerà probabilmente la Russia a rivedere la sua posizione nel Mar Nero“.

Il ministero della Difesa ucraino, intanto, ha riferito che le forze russe hanno usato per la prima volta bombardieri a lungo raggio per attaccare Mariupol, dove infuriano i combattimenti in strada. Mosca rivendica il controllo dell’acciaieria Ilyich nella città portuale assediata da settimane e l’uccisione di 30 “mercenari polacchi” nella regione orientale di Kharkiv.

Proprio a Kharkiv, i bombardamenti russi hanno colpito una zona residenziale, uccidendo sette persone tra cui un bambino piccolo e ferendone altre 34, secondo il governatore regionale. Segnalato anche un attacco contro i bus utilizzati per l’evacuazione dei civili nel villaggio di Borova, sempre nella regione di Kharkiv, dove sette persone sono rimaste uccise e altre 27 ferite. In altri attacchi, ci sono stati almeno due morti e altri feriti a Mykolaiv. 

Il vice primo ministro ucraino, Iryna Vereshchuk, ha affermato che 2.864 persone sono state evacuate oggi dalle aree di conflitto, comprese 363 persone di Mariupol che hanno utilizzato i propri mezzi di trasporto.

Continuano intanto i bombardamenti sulla linea del fronte della regione di Donetsk: secondo il capo dell’amministrazione militare della regione, “quasi tutti gli insediamenti della regione di Donetsk lungo la linea del fronte sono sotto attacco”.

Secondo la Tass, più di 20 edifici e una scuola sono stati danneggiati a seguito del bombardamento ucraino di un villaggio russo nella regione di Belgorod ieri. Il ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver colpito un obiettivo militare alla periferia di Kiev durante la notte con missili da crociera e ha promesso più attacchi contro la capitale ucraina in risposta a quello ucraini su territorio russo. Il governatore della regione ucraina di Lugansk ha esortato i residenti di sei città ad evacuare, aggiungendo che una persona era stata uccisa e cinque ferite nei bombardamenti russi del centro abitato di Kreminna.

Infine, il ministero della Difesa russo ha annunciato di aver abbattuto i missili Tochka-U ucraini diretti contro la centrale idroelettrica di Kakhovskaya, sul Dnepr. “La distruzione della diga della centrale”, secondo il dicastero, “mirava a causare l’inondazione di diverse zone della regione di Kherson per limitare le azioni delle forze armate russe”

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi