AGI – Diverse aziende di elettronica cinesi, comprese quelle che producono iPhone e Macbook, due prodotti Apple, hanno interrotto la produzione a Shanghai e Kunshan nell’ambito delle rigide misure anti-covid imposte dal governo cinese. La metropoli di Shanghai è ora al centro della più grande epidemia di Covid-19 registrata in Cina da quando il virus è emerso più di due anni fa. La città di 25 milioni di persone è in lockdown quasi completo dall’inizio del mese.

“Le operazioni nell’area di Shanghai sono state temporaneamente sospese in risposta alle misure di prevenzione del Covid-19“, ha dichiarato mercoledi’ Quanta Computer, che produce computer Macbook. Il giorno prima, l’azienda taiwanese Pegatron, che produce telefoni iPhone, aveva annunciato di aver temporaneamente sospeso l’attività nelel due città cinesi e di “collaborare attivamente con le autorità locali” allo scopo di riprenderla presto.

La Cina oggi ha riportato quasi 28 mila casi di Covid-19, la stragrande maggioranza a Shanghai. Le sospensioni delle attività di Pegatron e Quanta Computer sono un ulteriore duro colpo per Apple, dopo che lo scorso mese un altro importante fornitore, Foxconn, aveva cessato le attività nella città di Shenzhen, per poi riprendere le “attività principali” a fine marzo. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi