AGI – Il premier britannico, Boris Johnson, e il cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak, saranno entrambi multati per le feste durante il lockdown negli uffici e alla residenza di Downing Street.
Scotland Yard ha indagato su 12 eventi che si tennero tra gli spazi di Downing Street e quelli di Whitehall, ritrovi organizzati nonostante l’intero Paese fosse immerso in un rigido lockdown voluto dal governo per arginare la diffusione del Covid-19.

 

“In all frankness, at that time, it did not occur to me that this might have been a breach of the rules”

PM Boris Johnson says he has paid his fine and apologises, adding that he accepts “people had the right to expect better”https://t.co/IbfOhMiPYk pic.twitter.com/s3xNlnDw1x

— BBC News (UK) (@BBCNews)
April 12, 2022

 

Finora, la polizia ha inflitto oltre 50 multe per violazione della legge Covid negli edifici governativi. Anche la moglie del premier britannico, Carrie, sarà multata per le stesse violazioni.

“Nel rispetto della trasparenza, la signora Johnson può confermare di essere stata informata che riceverà un avviso di sanzione”, ha detto un portavoce citato dalla Bbc, sottolineando che la first lady “non ha ancora ricevuto ulteriori dettagli sulla natura della sanzione”.

 

Boris Johnson and Rishi Sunak have broken the law and repeatedly lied to the British public.

They must both resign.

The Conservatives are totally unfit to govern. Britain deserves better.

— Keir Starmer (@Keir_Starmer)
April 12, 2022

 

Dopo l’annuncio che il premier britannico Boris Johnson sarà multato per i party a Donwing Street durante il lockdown, l’opposizione torna a chiedere le sue dimissioni. Su Twitter, il leader del Labour, Keir Starmer, ha scritto che sia Johnson che il cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak – anche lui multato nell’ambito dello scandalo anche detto ‘partygate’ – “hanno infranto la legge e mentito ripetutamente”.

“Devono dimettersi”, conclude il tweet di Starmer, “i conservatori sono totalmente inadatti a governare. I britannici meritano di meglio”.

Al leader laburista si è unita la premier scozzese, Nicola Sturgeon (del Partito nazionalista scozzese), quello del Galles, Mark Drakeford (laburista), come pure il leader di Plaid Cymru, Adam Price.

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi