AGI – C’è per la prima volta una giudice donna e afroamericano alla Corte Suprema. Il Senato ha confermato la nomina della 51enne Ketanji Brown Jackson, fortemente voluta da Joe Biden e  accolta con una standing ovation. Per la prima volta in 233 anni i bianchi non saranno la maggioranza nell’alta corte del Paese,

Il presidente Joe Biden lo ha definito un “momento storico per la nostra nazione”. “Questa pietra miliare avrebbe dovuto verificarsi generazioni fa… ma siamo sempre sulla strada per un’unione più perfetta. Tuttavia, oggi l’America sta compiendo un passo da gigante verso il rendere la nostra unione più perfetta”, ha detto il leader della maggioranza democratica al Senato Chuck Schumer “La gente a volte parla di stare sulle spalle dei giganti; beh, il giudice Jackson passerà alla storia come un gigante americano sulle cui spalle gli altri staranno in piedi. E la nostra democrazia starà meglio per questo”.

Jackson ha raccolto il sostegno di tre repubblicani del Senato durante un processo di conferma estenuante e a volte brutale, consegnando a Biden un’approvazione bipartisan, 53-47 per il suo primo candidato alla Corte Suprema. È un momento chiave per il presidente, che ha presieduto la commissione giudiziaria del Senato negli anni ’80 e ’90, e una ricompensa per gli elettori neri, gli stessi che hanno salvato la sua campagna in difficoltà nelle primarie del 2020.

Cosa fa la Corte Suprema

Avendo l’ultima parola su tutte le controversie civili e penali ed essendo tutore e interprete della Costituzione, la Corte Suprema cerca di garantire un’equa giustizia secondo la legge. È anche un organismo di controllo sul potere esercitato dal governo e l’arbitro di controversie che coprono tutti gli aspetti della vita americana, dalla libertà religiosa e diritti di voto al possesso di armi e all’accesso all’aborto.

Quattro dei nove giudici saranno donne una volta che Jackson avrà preso il suo posto, rendendola la Corte più diversificata della storia, sebbene tutti abbiano frequentato le scuole di diritto d’élite di Harvard o Yale. Dei cinque uomini, quattro sono bianchi e Clarence Thomas è afroamericano. Jackson, che ha assistito al voto alla Casa Bianca con Biden, è l’unico candidato di un presidente democratico ad essere confermato dai tempi di Elena Kagan nel 2010. Sostituisce il giudice liberale in pensione Stephen Breyer.

Sebbene la sua conferma sia una pietra miliare, non cambierà la maggioranza conservatrice 6-3 in campo. I repubblicani hanno accusato il giudice della corte d’appello di Washington di essere “morbido” con i pedopornografi, nonostante il suo record di condanne fosse in linea con altri giudici federali. Altri hanno insinuato che fosse solidale con i terroristi a causa del suo lavoro come difensore pubblico federale in rappresentanza dei detenuti di Guantanamo e uno ha persino suggerito che sarebbe stata in sintonia con i criminali nazisti.

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi