AGI – La leader politica birmana e Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, 76 anni, è stata condannata a quattro anni di carcere nel nuovo procedimento giudiziario in cui era imputata.

Suu Kyi, che dal colpo di stato del 1 febbraio 2021 è costretta all’isolamento in casa, è stata riconosciuta colpevole per l’importazione illegale di walkie-talkie.

Era già stata condannata a dicembre scorso a quattro anni di detenzione per avere infranto le restrizioni sanitarie sul coronavirus

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi