AGI – Sono quattro giovani “insospettabili” sui 25 anni gli indagati della banda di truffatori di Green pass scoperta dal Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza, in un’indagine coordinata dalla procura di Milano.

Erano divisi in due cellule, una operante in provincia di Genova e l’altra nel Veronese, gli amministratori dei canali Telegram attraverso cui avrebbero raggirato migliaia di “clienti” in tutta Italia.

Il costo del falso Green pass era di 100-120 euro. Durante le perquisizioni gli investigatori delle Fiamme gialle hanno sequestrato a carico degli indagati criptovalute per un controvalore di decine di migliaia di euro. 

Fonte: Agi.it

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi