La Puglia ti vaccina -12-15 anni - popolazione studentesca

Pubblicate le nuove indicazioni operative per la campagna di vaccinazione anti-Covid dedicata alla popolazione studentesca a partire dai 12 anni. 

Chi appartiene a questa categoria segue percorsi differenti a seconda delle condizioni in cui si trova e dell’età.

Dai 12 ai 15 anni in condizione di fragilità

I soggetti più fragili sono contattati direttamente dai centri di cura.
Le vaccinazioni avvengono all’interno degli ambulatori vaccinali allestiti in ambiente pediatrico e sono effettuate dall’equipe medica specialistica che ha in cura i pazienti. Possono essere vaccinati anche i caregiver.

Prenotazione tramite La Puglia ti vaccina

Chi non è in condizioni di fragilità può prenotare secondo il calendario pubblicato su La Puglia ti vaccina.
La prenotazione dell’appuntamento può essere effettuata in tre modalità:

Studentesse e studenti maturandi

Per chi affronta l’esame di maturità sono previste sedute vaccinali dedicate, organizzate dalle ASL con gli istituti scolastici a partire da domenica 30 maggio nell’ambito della campagna “Notte prima degli esami: Vaccinarsi è la prima prova di maturità“.

Adolescenti tra i 12 e i 17 anni

Sono previste vaccinazioni dedicate, la cui programmazione parte il 23 agosto, le seconde dosi saranno a partire dal 13 settembre.

Le sedute sono programmate dai Direttori generali delle ASL con l’Ufficio Scolastico Regionale di Puglia, gli Uffici degli Ambiti Territoriali provinciali dell’USR di Puglia e i Dirigenti Scolastici.

Viaggi studio all’estero

Coloro che per necessità di studio (es. stage formativi all’estero, scambi culturali, Erasmus, ecc) devono recarsi all’estero e abbiano la necessità di sottoporsi alla vaccinazione, possono compilare la manifestazione d’interesse raggiungibile da La Puglia ti vaccina.

Comunicato Stampa

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi