Didattica in presenza o a distanza? 
E’ la domanda che si stanno ponendo da giorni i genitori della Regione Puglia dopo l’ordinanza n. 413 del 6 novembre 2020 di Michele Emiliano. Il Presidente aveva aggiunto sul suo profilo facebook: “Nessuno potr? essere obbligato ad andare a scuola in presenza e le eventuali assenze saranno giustificate. Tutti avranno diritto a richiedere la didattica a distanza per tutelare la propria salute. Le scuole dovranno dotarsi immediatamente della possibilit? di fare didattica a distanza“.

Una decisione che ha mandato letteralmente in crisi diversi Istituti Scolastici sull’intero territorio regionale non essendo ancora pronti dal punto di vista infrastrutturale a garantire la DaD agli alunni, la maggioranza, che continuano a restare a casa. E’ il caso dell’Istituto Comprensivo Giovanni Paolo I di Stornara. Durante le assemblee online dei genitori di ieri 09 novembre 2020 per l’elezione dei rappresentanti di classe, ? stato comunicato dalle coordinatrici di classe quanto segue:

1. stamattina abbiamo sperimentato la tenuta della Rete della scuola e abbiamo sentito i consulenti tecnici della scuola. ? emerso che sicuramente la Rete non regger? i collegamenti di tutte le classi, per cui al momento la DDI non potr? essere realizzata. A partire da domani i docenti seguiranno gli alunni assenti con attivit? ASINCRONE, ossia mediante caricamento di compiti e/o video lezioni sul Registro Elettronico – sezione COLLABORA
2. La scuola sta cercando le soluzioni pi? idonee e veloci per avviare il potenziamento della Rete.
3. Probabilmente gi? domani e comunque nel giro di un paio di giorni, tramite un modulo Google,  sar? chiesto ai genitori se intendono chiedere la DAD, secondo l’orario gi? sperimentato dal 24 ottobre al 7 novembre
Una decisione che lascia perplessi chi ha deciso di optare per la DaD per il/la proprio/a figlio/a. Un passo indietro considerando che fino alla scorsa settimana le lezioni a distanza avvenivano almeno in modalit? sincrona in modo da garantire l’iterazione in tempo reale tra insegnante e alunno, anche se per un orario ridotto rispetto a quello scolastico in presenza. Una decisione che carica quotidianamente il genitore di ulteriori responsabilit?, tra cui quella di improvvisarsi “insegnante” in presenza di perplessit? da parte del proprio figlio sulla lezione del giorno scaricata “freddamente” dal Registro Elettronico.
La perplessit? nel comunicato della Scuola alle famiglie nasce anche dal fatto che nelle scorse settimane sono stati gi? approvati dei regolamenti sulla didattica mista (in presenza e a distanza). Inoltre eventuali problemi legati al sovraccarico della rete, secondo qualche genitore, possono essere risolti da parte della Scuola mettendo a disposizione i dispositivi mobili e le SIM dati acquistati durante il precedente lockdown attraverso i fondi messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione. Entrambi erano stati concessi in comodato d’uso gratuito ai genitori che ne hanno fatto richiesta per poi essere restituiti nel luglio scorso.
Situazione opposta ? quella che si sta creando nel comune di Ascoli Satriano, presso l’Istituto Comprensivo Nicholas Green. In quest’ultimo, la Didattica a Distanza ? stata resa obbligatoria per tutti gli studenti dopo l’ordinanza del comune che ha chiuso le scuole di ogni ordine e grado. Il malcontento dei genitori nasce dal fatto che la Scuola, rappresentata dalla dott.ssa Anna Rosa Chiauzzi (fino all’anno scorso DS presso l’Istituto Comprensivo di Stornara), ha disposto quotidianamente 5 ore consecutive di didattica a distanza con una sola pausa di 15 min, andando oltre il limite di 15 ore settimanali previste dalle direttive ministeriali. La denuncia online arriva da qualche genitore attraverso una serie di post su Facebook:
Post Facebook genitore Ascoli Satriano

Post Facebook genitore Ascoli Satriano

Un altro malcontento riguarda la disponibilit? dei pc ai genitori che ne hanno fatto richiesta. Nell’aprile scorso il sindaco, Vincenzo Sarcone, annunciava la consegna alle famiglie di 90 dispositivi su 200 disponibili.
Consegna 90 pc per DaD ad Ascoli Satriano

Nel frattempo il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dopo aver scaricato la patata bollente ai Dirigenti Scolastici e alle famiglie, continua ad invitare quest’ultime a non mandare i figli a scuola.

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi