INDICAZIONI DI SICUREZZA
1. Controlla tuo figlio ogni mattina per evidenziare eventuali segnali di malessere. Se ha una temperatura superiore a 37,5 ° C, non pu? andare a scuola. In questo caso, consulta telefonicamente un operatore sanitario qualificato, ovvero il medico di famiglia, il pediatra di libera scelta, la guardia medica o il Numero verde regionale.
2. Assicurati che non abbia mal di gola o altri segni di malattia, come tosse, diarrea, mal di testa, vomito o dolori muscolari. Se non ? in buona salute, non pu? andare a scuola.
3. Nel caso in cui tuo figlio, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti stretti con soggetti risultati positivi al Sars-COV-2 o sia rientrato da zone a rischio, eventualmente segnalate dalle autorit? nazionali o regionali, non pu? avere accesso agli edifici scolastici e alle loro pertinenze.
4. Segnala immediatamente alla Scuola, in conformit? all’obbligo previsto dall’art.
20 comma 2 lett. e) del D.Lgs. 81/2008, qualsiasi eventuale condizione di pericolo
per la salute, tra cui sintomi influenzali riconducibili al COVID-19, provenienza
da zone a rischio o contatto stretto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti e tutti i casi in cui la normativa vigente impone di informare il medico di famiglia e l’autorit? sanitaria e di rimanere al proprio domicilio.
5. Se non lo hai gi? fatto, informa la scuola su quali persone contattare in caso tuo figlio non si senta bene a scuola: nomi, cognomi, telefoni fissi o cellulari sempre attivi in orario scolastico, luoghi di lavoro e ogni ulteriore informazione utile a rendere celere il contatto.
6. A casa pratica e fai praticare le corrette tecniche di lavaggio delle mani, soprattutto prima e dopo aver mangiato, starnutito, tossito, prima di maneggiare la mascherina e spiega a tuo figlio perché ? importante. Se si tratta di un bambino, rendilo divertente.
7. Procura a tuo figlio una bottiglietta di acqua identificabile con nome e cognome, (con pennarello indelebile oppure apponendo etichette preparate a casa).
8. Sviluppa la routine quotidiana prima e dopo la scuola, ad esempio stabilendo con esattezza le cose da mettere nello zaino per la scuola al mattino (come ad es. disinfettante personale per le mani e una mascherina in pi?) e le cose da fare quando si torna a casa (lavarsi le mani immediatamente, dove riporre la mascherina a seconda che sia monouso o lavabile…).
9. Parla con tuo figlio delle precauzioni da prendere a scuola:
– lavare e disinfettare le mani pi? spesso;
– mantenere la distanza fisica dagli studenti e dalle altre persone;
– indossare la mascherina;
– evitare di condividere oggetti con altri studenti, tra cui bottiglie d’acqua, dispositivi, strumenti di scrittura, libri…
10. Devi sapere che, nel caso in cui un componente della comunit? scolastica (personale scolastico, alunni, componenti del nucleo familiare) o un qualsiasi soggetto esterno che abbia avuto accesso agli edifici della scuola e alle sue pertinenze negli ultimi 14 giorni, risulti positivo al SARS-CoV-2, anche in assenza di sintomi, la scuola collaborer? con il Dipartimento di prevenzione della locale Azienda sanitaria al monitoraggio basato sul tracciamento dei contatti stretti al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi.
11. Pianifica e organizza il trasporto di tuo figlio per e dalla scuola: – se tuo figlio utilizza un mezzo pubblico (treno, autobus, trasporto scolastico), preparalo a indossare sempre la mascherina e a non toccarsi il viso con le mani senza averle prima disinfettate. Se ? piccolo, spiegagli che non pu? mettersi le mani in bocca. Accertati che abbia compreso l’importanza di rispettare le regole da seguire a bordo (posti a sedere, posti in piedi, distanziamenti… Queste regole devono essere comunicate da chi organizza il trasporto pubblico);
se va in auto con altri compagni, ad es. accompagnato dai genitori di uno di questi, spiegagli che deve sempre seguire le regole: mascherina, distanziamento, pulizia delle mani.
12. Rafforza il concetto di distanziamento fisico, di pulizia e di uso della mascherina, dando sempre il buon esempio.
13. Prepara tuo figlio al fatto che la scuola avr? un aspetto diverso: banchi distanti tra loro, insegnanti che mantengono le distanze fisiche, possibilit? di stare in classe a pranzo… Spiega a tuo figlio che la nuova sistemazione serve a garantire il distanziamento prescritto, anche per l’eventuale consumo del pasto in classe, nonché per le attivit? in tutti gli ambienti scolastici, ovvero la distanza di almeno 1 metro lineare nella zona banchi e di 2 metri nella zona interattiva della cattedra o in palestra.
14. Informa tuo figlio che, durante gli intervalli, deve rimanere all’interno del del settore a cui ciascuna classe ? assegnata e restare in aula, al proprio postosto, indossando la mascherina. ? consentito togliere la mascherina solo per il tempo necessario per consumare la merenda o per bere.
15. Tieni a casa una scorta di mascherine per poterle cambiare ogni volta che sia necessario. Fornisci a tuo figlio una mascherina di ricambio nello zaino, chiusa in un contenitore (bustina o simili). Se fornisci mascherine riutilizzabili, procura anche un sacchetto dentro cui riporre quella usata per portarla a casa e lavarla. Se utilizzi mascherine di cotone riutilizzabili, esse devono:
– coprire naso e bocca e l’inizio delle guance;
– essere fissate con lacci alle orecchie;
– avere almeno due strati di tessuto;
– consentire la respirazione;
– essere lavabili con sapone a mano o in lavatrice ed essere stirate (il vapore a 90° ? un ottimo disinfettante naturale e senza controindicazioni).
16. Se fornisci a tuo figlio mascherine di stoffa, fai in modo che esse siano riconoscibili e che non possano essere confuse con quelle di altri allievi.
17. Allena tuo figlio a togliere e mettere la mascherina toccando soltanto i lacci.
18. Spiega a tuo figlio che a scuola potrebbe incontrare dei compagni che non possono indossare la mascherina. Di conseguenza, sar? lui a dover mantenere la distanza di sicurezza, a tenere la mascherina e seguire le indicazioni degli insegnanti.
19. Prendi in considerazione l’idea di fornire a tuo figlio un contenitore (ad esempio un sacchetto richiudibile etichettato) da portare a scuola per riporre la mascherina quando mangia; assicurati che sappia che non deve appoggiare la mascherina su qualsiasi superficie, né sporcarla.
20. Rivolgiti preventivamente agli uffici di segreteria via mail o tramite contatto telefonico al fine di evitare gli accessi non strettamente necessari e utilizza, in tutti i casi in cui ci? ? possibile, gli strumenti di comunicazione a distanza (telefono, posta elettronica, ecc.).
21. Dopo il rientro a scuola, informati su come vanno le cose e sulle interazioni con compagni di classe e insegnanti. Scopri come si sente tuo figlio e se si sente disorientato dalle novit?. Aiutalo a elaborare eventuali disagi.
22. Fai attenzione a cambiamenti nel comportamento di tuo figlio, come eccessivo pianto o irritazione, eccessiva preoccupazione o tristezza, cattive abitudini alimentari o del sonno, difficolt? di concentrazione, che possono essere segni di stress e ansia. Cerca per? di non essere tu stesso a trasmettere stress, ansia o preoccupazioni oltre misura.
23. Partecipa, quando previsto, alle riunioni scolastiche anche a distanza: essere informato e connesso pu? ridurre i tuoi sentimenti di ansia e offrirti un modo per esprimere e razionalizzare eventuali tue preoccupazioni.
SUGGERIMENTI AGGIUNTIVI PER LE FAMIGLIE DI ALUNNI CON DISABILIT? PROBLEMI DI SALUTE IN RELAZIONE AL CONTAGIO
1. Verifica con il neuropsichiatra e con il medico curante se le condizioni di tuo figlio (facilit? al contagio, problemi con gli eventuali farmaci, problemi comportamentali…) presentano particolari complessit? rispetto al rischio da COVID-19, tali da rendere necessarie soluzioni specifiche per lui. Se necessario, chiedi alla scuola un accomodamento ragionevole.
2. Se tuo figlio presenta particolari complessit?, nel caso in cui dovesse essere soccorso a scuola, fai predisporre dai tuoi curanti delle indicazioni che dovranno essere comunicate alla scuola (e nel caso da questa al 118), in modo che ciascuno sappia come deve intervenire, evitando conseguenze ancora pi? gravi.
3. Se tuo figlio ha problemi di abbassamento delle difese immunitarie o problemi di salute che non gli consentono di stare a scuola in presenza di aumentato rischio di contagio, fatti rilasciare dai curanti apposita certificazione, presentala a scuola chiedendo che si predispongano percorsi di Didattica Digitale Integrata e di istruzione domiciliare, da attivare in caso di necessit?, senza ulteriore perdite di tempo per l’organizzazione.
COMPORTAMENTI IGIENICI
1. Fornisci sempre a tuo figlio nello zaino scorte di fazzoletti di carta e insegnagli a buttarli dopo ogni uso. Fornisci anche fazzolettini disinfettanti e insegnagli a utilizzarli.
2. Insegna a tuo figlio a non bere mai dai rubinetti. Fornisci bottigliette d’acqua personalizzate e riconoscibili per lui sempre.
3. Insegnagli a non toccarsi il viso con le mani senza essersele prima disinfettate, quando ? in un luogo pubblico.
USO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE
1. Gli alunni certificati ai sensi della Legge 104 sono esentati dall’uso delle mascherine, ma questo ? un criterio generale di cui ? bene che le famiglie valutino con attenzione se avvalersi. Se ? possibile insegnare a tuo figlio l’uso della mascherina, anche con l’aiuto dei docenti, ? bene che ci? avvenga, in primo luogo per la sua sicurezza.
2. Se tuo figlio non pu? utilizzare né mascherine né visiera trasparente, preparalo al fatto che le useranno le persone intorno a lui, docenti ed educatori. Il personale della scuola deve essere protetto dal contagio come ogni lavoratore.
ESIGENZE DIVERSE
1. Se, nonostante l’organizzazione scolastica, il curante di tuo figlio ritenga si debbano adottare provvedimenti speciali per il contenimento del rischio di contagio (ad esempio per l’accesso ai locali scolastici, per uscire sul territorio, per gli intervalli, per la mensa, per l’educazione fisica…), occorre che questi vengano attestati e presentati alla scuola per concordare quanto possibile organizzare.
2. Insegna a tuo figlio, se possibile, a disinfettarsi le mani, subito dopo essere uscito dal bagno e prima di tornare in classe.
COMPRENSIONE DELLA CARTELLONISTICA COVID-19
1. Accertati che la cartellonistica anti-contagio sia comprensibile per tuo figlio. In caso contrario, individua con la scuola possibili strumenti alternativi.
2. Analogamente, presta attenzione alle segnalazioni a pavimento, quelle per assicurare il distanziamento, separare i flussi nei corridoi, indicare punti di raccolta, per verificare se sono comprensibili e, eventualmente, richiederne integrazioni.
SUGGERIMENTI AGGIUNTIVI PER LE FAMIGLIE DI ALUNNI
CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO
1. Fatti mandare dalla scuola tutte le indicazioni per la sicurezza anti-contagio e le varie disposizioni in formato leggibile ed eventualmente, se occorre, con la sintesi vocale o, altrimenti, renditi disponibile tu a tradurli con sintesi vocale.
2. Accertati che tutte le indicazioni di sicurezza, le disposizioni e le regole organizzative siano comprensibile per tuo figlio e siano da lui imparate.
3. Accertati che abbia ben chiara la nuova organizzazione, cosa deve mettere nello zaino ogni mattina. Prepara o aiutalo a preparare nuovi calendari delle attivit? con l’indicazione, giorno per giorno, di quello che gli occorre.
4. Ricordagli di non prendere in prestito cose dagli altri e di non prestare le proprie cose, non per egoismo, ma per la propria e altrui sicurezza.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Armando Antonio Sestilli

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito