Fino a qualche mese fa, durante il lockdown, girava in rete il seguente messaggio: “Da questa emergenza ne usciremo forti e soprattutto ‘migliori“. L’emergenza sembra momentaneamente superata ma dagli ultimi post pubblicati in rete da alcuni cittadini di Stornara ? evidente che siamo ancora troppo lontani dal considerarci “migliori”…anzi, sembra aver ripristinato le vecchie e CATTIVE ABITUDINI!
Il primo post appartiene a Pasquale Maggiore che da anni si batte per salvaguardare il decoro della Piazza in cui ? locata la Madonnina piu’ volte vandalizzata da cittadini di qualsiasi et?, colore, sesso, religione! Circa un mese fa lo stesso Pasquale aveva ringraziato gli amministratori per avergli concesso l’autorizzazione nell’eseguire dei lavori di potatura della siepe che circonda l’intera zona, lavori che per la mancanza di fondi non potevano essere eseguiti dagli organi preposti, il Comune appunto. Qualche giorno fa l’ennesimo messaggio di sdegno:

Carissimi amici di stornara vi faccio sapere com’e’ la situazione e il degrado che attualmente si trova nella madonnina, ho comunicato all’amministrazione comunale, il grande degrado, ma e piu di un mese ma non si e concluso niente, tutti se ne fregano, scusate il termine, se ce un po di volontariato per un po di lavori, me lo fate sapete altrimenti sara’ anche questa una zona sacra, e benedetta abbandonata, non posso fate altro ognuno assume le proprie responsabilita’ davanti a nostro Signore.“! 

Il paradosso ? che la piazza in questione ? accanto alla Caserma dei Carabinieri, a conferma della sfacciataggine dei protagonisti di queste azioni indegne!

Il secondo post arriva da Silvana Sabetta, gi? tra gli organizzatori delle due edizioni dell’evento Stramurales, evento di street art che si ? tenuto nel 2018 e 2019, tanto atteso anche nel prossimo Agosto. Il suo messaggio di sdegna interessa uno dei murales collocato nel pieno centro cittadino, ad un passo dal corso. Il murales ? tra i piu’ apprezzati dai cittadini e dalla stampa nazionale ed estera, realizzato dai No Chance. Ad accanirsi su di esso un gruppo di bambini che hanno pensato bene di utilizzare i propri arti superiori e inferiori per tirare pugni e calci sul muro su cui ? presente il murales, al posto di pedalare sulle bici che li avevano portati in quella zona. Di seguito il post di sdegno della stessa Silvana che ha sorpreso i baby-incivili:
Questo ? il nuovo gioco dei ragazzini di Stornara…distruggere a calci un’opera d’arte che sta girando sui media in tutto il mondo….
Li abbiamo fermati in tempo perché il murales ? in pieno centro cittadino altrimenti la gara di distruzione e vandalismo, come per ogni teppista che si rispetti,sarebbe andata avanti fino a completo scempio e distruzione come hanno gi? fatto con altri murales pi? in periferia e completamente al buio.
Io so chi sono le madri, i padri e tutti i parenti….di questi teppisti in erba….recuperateli ora, per il loro bene, altrimenti avranno un futuro assicurato come incivili, teppisti e mi fermo qui…..
Inoltre giusto per essere chiari , cari genitori,c’? la legge che tutela queste opere, la prossima volta partono le denunce.
Poi non lamentatevi.“!
Atti simili si sono verificati in passato anche su altri murales presenti in paese sin dai primi giorni successivi alla loro realizzazione, collocati in zone centrali e periferiche poco illuminate e tutelate dalle Istituzioni e da alcuni cittadini.

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi