Si riporta integralmente il Comunicato del consigliere di minoranza Pasquale D’Assisi pubblicato sul suo profilo facebook subito dopo il Consiglio Comunale (foto di reperterio) del Comune di Stornara avvenuto ieri 12 giugno 2020:

I primi due punti oggetto di dibattito del Consiglio Comunale odierno riguardavano le delibere sui fondi stanziati dal Governo e dalla Regione Puglia per sopperire all’emergenza economica scaturita dal Covid-19. Rispettivamente 57.000 euro circa e 18000 euro circa con i quali si ? provveduto a tamponare le esigenze dei cittadini.

La relazione sull’argomento ? stata esposta dall’assessore al welfare Alessandro Grandone e dall’assistente sociale del Comune. E’ stato affermato che le procedure seguite per l’erogazione sono state conformi alle direttive nazionali. Circa 30.000 euro sono stati distribuiti sotto forma di buoni alimentari e circa 27.000 euro sotto forma di derrate alimentari distribuite “esclusivamente” (n.d.r.) dalle associazioni aderenti al COC (Stornara Sanitas e Caritas). [Quindi se avete visto qualcun altro entrare in casa vostra insieme al pacco, sicuramente non fa parte dell’Amministrazione!).

Gli altri 18.000 euro verranno distribuiti prossimamente (e meno male che si tratta stanziamenti per provvedere ad esigenze urgenti ed indifferibili!)

A tale proposito abbiamo chiesto all’Assessore e all’Assistente Sociale se fosse stata stilata una graduatoria per entrambe le erogazioni effettuate. La risposta ? stata che per l’erogazione dei buoni alimentari esiste una graduatoria, mentre per l’erogazione delle derrate alimentari no, ma si ? proceduto ad indicare alle associazioni coinvolte i soggetti e/o i nuclei familiari che necessitavano del sostegno. L’assistente sociale ha sottolineato il potere discrezionale che le compete d’ufficio sul quale non interverremo.

Ho chiesto se fosse possibile, nei termini di legge, rendere pubblica la graduatoria (SOSTITUENDO I DATI SENSIBILI CON IL CODICE IDENTIFICATIVO DELLA DOMANDA) cos? da permettere ad ogni singolo cittadino di verificare l’ammissione o la non ammissione al sostegno e se i buoni ricevuti corrispondono a quelli effettivamente meritati.

Mi ? stato risposto che non ? possibile perché SI TRATTA DI DATI SENSIBILI (???) (Tu non capisci una mazza, dicevano. Ho spiegato almeno 6 volte che si possono sostituire con il codice identificativo).

Grosse risate da parte della vicesindaco che si ? anche chiesta: “Che cazz st’c a deic!?”

A parte il divertimento degli degli scienziati ai quali mi inchino con umilt?, qui sotto ci sono i link delle graduatorie degli altri comuni come le ho descritte:

https://www.comune.laquila.it/archivio18_concorsi-gare-e-avvisi_0_1893.html

https://www.comune.arezzo.it/graduatoria-definitiva-buoni-spesa

http://www.comune.casoria.na.it/graduatoria-assegnazione-di-buoni-spesa-una-tantum-al-nuclei-familiari-in-condizioni-di-disagio-economico

https://www.comune.milano.it/-/coronavirus.-buoni-spesa-pubblicata-sul-sito-la-graduatoria-dei-beneficiari

Sono i primi quattro che ho trovato, ma potete consultarne migliaia sui siti dei vari comuni e negli Albi Pretori.

Allora si pu? fare?

Secondo l’Assessore, il Vicesindaco, e perfino la segretaria comunale, NO!

(Mannaggia a questi comuni che pubblicano le graduatorie senza dirci niente!)

Anche se mi avete detto di no, rinnovo l’invito a rendere pubblica la graduatoria cos? come vi ? stata proposta.
La trasparenza vi permette di zittire le polemiche ed il vociare cittadino. Fa bene a voi, non a me.

Saluti.

P.S. E’ stato tirato in ballo l’argomento Autovelox. Ne parleremo nella prossima puntata.

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito