All’art 62 del decreto legge nr. 18 del 17/03/2020 ? stato asserito che per le aziende con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro nell’anno 2019 sono sospesi i versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 marzo 2020:
a) ritenute alla fonte e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che i predetti soggetti operano in qualit? di sostituti d’imposta; b) imposta sul valore aggiunto (Iva); 
c) contributi previdenziali e assistenziali, e ai premi per l’assicurazione obbligatoria.
I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione entro il 31 maggio 2020 o mediante rateizzazione ,fino ad un massimo di 5 rate mensili di pari importo, a decorrere dal mese di maggio 2020. Non si fa luogo al rimborso di quanto gi? versato.
Invece, per le aziende con ricavi o compensi superiori a 2 milioni di euro nell’anno 2019, la scadenza ultima ? stata fissata al 20/03/2020 scorso.
Inoltre, per i settori pi? colpiti quali turistico-alberghiero, termale, trasporti passeggeri, ristorazione e bar, cultura (cinema, teatri), sport, istruzione, parchi divertimento, eventi (fiere/convegni), sale giochi e centri scommesse, i versamenti delle ritenute dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria in scadenza tra l’8 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020, ? prevista la sospensione senza limiti di fatturato. Tali adempimenti sospesi saranno poi effettuati entro il 30 giugno 2020, senza applicazione di sanzioni.

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito