Si terr? domani 22 dicembre il Mercatino di Natale di Beneficenza
di Stornara
organizzato da alcune associazioni culturali ed ecclesiastiche.
L’ultimo, con lo stesso fine, s’? tenuto lo scorso gioved? presso la scuola
primaria di Stornara grazie alla collaborazione delle mamme che hanno messo a
disposizione il proprio “know-how” da chef preparando dolci tipici
natalizi. A fine giornata un risultato pi? che positivo: gli stornaresi sposano
pienamente qualsiasi causa legata alla beneficenza, soprattutto se si parla di
delizie locali.

A chi verr? devoluto il ricavato?
Sul mercatino della scuola non e’ ancora nota la destinazione…molti
genitori si augurano che parte dei fondi restino proprio nelle casse
scolastiche, utilizzabili all’occorrenza per i propri figli considerando il
periodo “triste” che interessa le casse di qualsiasi struttura, pubblica
e privata.

Sconosciuta, o quasi, la destinazione per il mercatino che si terr? domani 22
dicembre. L’unica riserva e’ stata sciolta dall’oratorio dell’UNICA parrocchia
di Stornara: il ricavato verr? devoluto ad una bambina di Cerignola appartenente
alla nostra diocesi affetta da spina bifida (in Italia una gravidanza su 1.300
ne ? colpita: https://www.spinabifidaitalia.it/it/lsb_cose.php ). La sua storia
e’ stata diffusa da una serie di incontri a Cerignola e nei 5 Reali Siti subito
dopo la pubblicazione e pubblicizzazione del suo libro “Con tutto
l’amore che so
“, un’altra causa di beneficenza locale che ha gi? sensibilizzato
non pochi cittadini.
L’indole “salviniana” di alcuni cittadini porta a farsi qualche
domanda, tra le tante: abbiamo anche a Stornara cittadini da aiutare
sconosciuti alle cronache locali in quanto per riservatezza o mancato supporto
da parte delle associazioni e istituzioni locali (anche ecclesiastiche) non
hanno voluto raccontare la propria storia attraverso numerosi convegni o
attraverso un libro?
Qualcuno sostiene di: “Si, abbiamo o abbiamo
avuto anche un caso simile a Stornara…oltre ad altre condizioni di bisogno!
”.
Dall’Albo pretorio comunale online si apprende che con cadenza quasi bimestrale
vengono erogati dei fondi irrisori per alcune famiglie in stato di
necessit? (ultima liquidazione il 09 dicembre scorso, 1.650 ? per 9 persone: http://80.88.161.40/sipal_ap/servlet/GetFile?id=00397570714164041VERDET.PDF
).
La Caritas locale e molti cittadini danno anche il loro contributo…certo,
sicuro le risorse di Stornara (circa 5.700 anime) sono meno di un decimo di
quelle presenti a Cerignola (circa 60.000)
. “Portiamo le nostre
cause di beneficenza a Cerignola?
” e’ la seconda domanda che si
pone il cittadino medio di Stornara.

Tra le altre cause di beneficenza caratteristica in questo periodo, e molto
sentita dai nostri concittadini, c’? la raccolta fondi da parte della Lifc
(Lega Italiana Fibrosi Cistica). Da qualche settimana e’ possibile acquistare
panettoni e pandori rivolgendosi da “Lunottica” di Silvana Sabetta nel corso
cittadino. I fondi raccolti servono a migliorare la qualit? della vita di
bambini e adulti affetti da questa patologia, anche per i casi presenti nel
nostro tessuto cittadino.

Buon Natale e soprattutto BUONA Beneficenza!

https://www.facebook.com/groups/stornaralife/permalink/826244461156169/

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito