Sono stati 2 i temi caldi affrontati nella seduta del Consiglio
Comunale straordinaria e pubblica del 21 novembre scorso, i primi 2 citati
nella lettera di convocazione del 13 novembre:

  • Approvazione del Bilancio
    Consolidato dell’Esercizio Finanziario 2018;
  • Variazione del Bilancio di
    Previsione Finanziario 2019/2021;

 

La parola ? andata subito ai funzionari comunali che hanno
illustrato la situazione finanziaria del Palazzo di Citt? elogiando l’operato
dell’amministrazione comunale che, su loro suggerimento, ha saputo contenere egregiamente
i costi evitando il dissesto. Il segreto ? uno solo: “TAGLIARE DEI SERVIZI
AI CITTADINI
”, servizi previsti dal bilancio di previsione precedente, primo
tra tutti “la cura del verde cittadino”.
Per l’occasione, il funzionario comunale ha richiesto un applauso per i nostri
amministratori, applauso non partito nemmeno dai diretti interessati oltre che
dai pochi cittadini presenti!

 

Il Primo Cittadino Rocco Calamita, dopo aver ringraziato e
ricambiato gli elogi ai tecnici comunali, ha ricordato che il male peggiore per
le casse comunali resta in primis la cattiva gestione economica di chi l’ha
preceduto, oltre che l’esoso debito nei confronti della famiglia Petroni che si
sta cercando pian piano di saldare. Dello stesso pensiero il Presidente del
Consiglio Ferdinando Iagulli e l’assessore alla Cultura, Istruzione e
Spettacolo Brigida Andreano. Quest’ultima, borbottando ha dichiarato: “sono
queste le cose da scrivere sui social, non le STRONZATE!
”.

Mentre, in merito ai servizi il sindaco ha dichiarato che si
stanno continuando a garantire quelli di prima necessit?, il resto vengono
erogati solo se legati a qualche urgenza!


Tra i presenti, l’unico scettico ? rimasto il consigliere di minoranza Luigi
Filannino. Nell’occasione ha cercato di sottolineare che il bilancio risultava
in pareggio sulla carta ma concretamente in negativo, confermato poi dal tecnico
comunale.

Nell’occasione, lo stesso Filannino ha richiesto al Primo
Cittadino, all’assessore all’ambiente e all’assessore al bilancio di riferire
ci? che ? accaduto alla SIA, ricordando che il Comune di Stornara ha fatto
parte del Consorzio formato dai 9 comuni, ridotti poi a 6. Il Primo Cittadino, che
ha fatto parte del consiglio direttivo del Consorzio Sia, ha sostenuto che, in
assenza di determinate competenze tecniche, nessuno tra i colleghi di
maggioranza ? informato sulle questioni che hanno portato al commissariamento
del Consorzio, anche se, come sostenuto dal consigliere di minoranza, come soci
di minoranza con potere decisionale potevano comunque accedere ai bilanci. Lo
stesso sindaco ha concluso dicendo che in un prossimo incontro inviter? i tecnici
sia in modo da fornire tutte le spiegazioni del caso, mostrando infine il suo
ottimismo nei confronti dell’azienda pubblica che gestir? a breve i rifiuti urbani.

 

La discussione sui due punti caldi si ? conclusa con la votazione:
tutta la maggioranza a favore, il consigliere di minoranza contrario!

 

A prescindere dalle cattive gestioni passate, dalla professionalit?
dei tecnici comunali e dalla “validit?” degli attuali amministratori, una
domanda non ? stata posta dagli attori del Consiglio:           

QUALI “SERVIZI” POSSIAMO TAGLIARCI NOI PRIMA DI
TAGLIARLI AI CITTADINI CHE RAPPRESENTIAMO?

 

Al 22 novembre si apprende dalla determina comunale n° 313
l’impegno e liquidazione delle fatture TIM in merito alle spese telefoniche che
interessano tutti gli uffici pubblici comunali presenti nel paese, per un
totale di : 4.930 euro, emesse tra il 7 e il 14 ottobre, la piu’ esosa la
fattura n. 8S00307208 di ? 1.851,10 del 07/10/2019.

Appena due mesi fa si contestava e si chiedevano pubblicamente
informazioni in merito all’altra determina comunale, n° 246 del 19/09/2019, in
merito allo stesso capitolo di spesa per un totale di 4.928,49 euro,
fatture emesse tra il 6 e il 14 agosto 2019. La fattura piu’ esosa la n. 8S00240818
del 06/08/2019 di ? 1.853,06.

Quanto ? corretto per gli amministratori “Per il
popolo, del popolo, con il popolo
” e i funzionari comunali TAGLIARE DEI
SERVIZI AI CITTADINI e poi sostenere bimestralmente circa 10.000 euro di spese
telefoniche (circa 2.000 euro bimestrali per una sola utenza), e richiederSi all’interno
di un Consiglio Comunale anche un applauso?

Chiss? se da contribuenti sar? mai possibile sapere a chi
fanno capo le seguenti fatture:

  • n. 8S00240818 del
    06/08/2019;
  • n. 8S00307208 del
    07/10/2019;

 

P.S.: nei prossimi giorni verranno trattati gli altri
punti del Consiglio Comunale.

 

https://www.facebook.com/groups/stornaralife/permalink/801291143651501/

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi