Sono tre i punti affrontati durante il Consiglio Comunale
di luned? 13 maggio presso l’aula consiliare del Palazzo di Citt?.

Alla richiesta ricevuta lo scorso 10 maggio da CittadinanzAttiva, in merito
alle infiltrazioni d’acqua dal soffitto denunciate da qualche cittadino
all’interno della Asl, ? stato comunicato che: “la struttura ? di completa
competenza della stessa Asl, nessun intervento pu? essere fatto da parte di
qualsiasi altro ente”.
La stessa missiva ? stata inviata al responsabile di distretto di Cerignola.
Sembra ci sia stato oggi un sopralluogo da parte di un ing. Asl, e non appena
smette di piovere verr? messo a posto.

A pochi giorni dalla liquefazione del sangue di San Gennaro (sabato 4 maggio),
a Stornara si tenta un altro importante miracolo: l’approvazione del rendiconto
della gestione per l’esercizio 2018 ai sensi dell’art. 227 D.Lgs. n. 267/2000!
L’Amministrazione dei Fatti resta compatta, votando tutti a favore, tranne il
consigliere di minoranza Gino Filannino che preferisce astenersi.
Impossibile commentare i numeri in quanto ad oggi non sono stati ancora resi
pubblici ai cittadini.

A poche settimane dalle elezioni europee e delle amministrative locali che
interessano i comuni limitrofi, a Stornara, citt? “Smart”, ci si porta avanti e
accade l’inverosimile: il consigliere di minoranza Maria Altomare Ricco,
subentrato pochi mesi fa dopo il rimpasto del gruppo, passa tra i banchi dell’influencer
maggioranza. E’ il Presidente del Consiglio (arch. Ferdinando Iagulli) a comunicarlo
leggendo la missiva ricevuta dalla diretta interessata.
Un’azione importante che conferma il ruolo fondamentale della minoranza,
definita “in via d’estinzione” dallo stesso Presidente del Consiglio, in questa
amministrazione: il “Premio Dinamicit?” gli spetta di diritto! Sono loro gli
unici a smuovere frequentemente l’assetto politico del Palazzo di Citt? caratterizzato
da una monotona staticit? dalla vittoria Smart del 2017.
Il Presidente del Consiglio, il Primo Cittadino (Rocco Calamita) e l’Assessore
alla Sanit? (Roberto Nigro) hanno elogiato e apprezzato la scelta trasparente
del consigliere, considerandola un altro successo di questa amministrazione.
Diverso il punto di vista dell’oramai ex collega di minoranza Luigi Filannino
che, per coerenza, si sarebbe aspettato le dimissioni del consigliere nel
momento in cui non condividesse piu’ la linea politica del suo partito.
I piu’ curiosi, in primis gli elettori della sig.ra Ricco, si chiedono: cosa
l’ha portata a questa scelta?
Tante le possibili ipotesi e conferme guardando la “political love story”
locale: in tempi non sospetti (elezioni 2009) la sig.ra Ricco s’era gi?
candidata nella lista civica “Realt? Pugliese” con candidato sindaco Rocco
Calamita, prendendo 49 voti, insufficienti per entrare tra i tavoli della
minoranza nell’amministrazione di Matteo Silba (https://lucacaporale.com/2009/06/10/elezioni-09-i-risultati-delle-liste-a-stornara-e-stornarella/
). Nel 2017 ci riprova candidandosi con “Stornara Siamo Noi” con candidato
sindaco Michele Mandriani, prendendo 104 voti (raddoppiando il primo tentativo),
anche in questo caso insufficienti per entrare tra i tavoli della minoranza
nell’attuale amministrazione di Rocco Calamita (https://ilmegafono.eu/2017/06/12/rocco-calamita-sindaco-stornara-supera-mandriani-l8015/
). Il destino sembra segnato: una donna da minoranza mancata!
La svolta arriva pochi mesi fa con le dimissioni in massa da consiglieri degli ultimi
suoi colleghi di campagna elettorale. Finalmente il suo percorso politico,
seppur confuso, le permette di entrare nel Palazzo di Citt? tra i tavoli della
minoranza. Non s’? capito se per questioni di comodit? (le sedie della
minoranza saranno marchiate Ikea e quelle della maggioranza Poltrone Sof??) il
suo obiettivo resta quello di sedersi tra i tavoli Smart…e raggiungerlo ? un
attimo! Non fa nulla se bisogna scavalcare dalla finestra rinunciando alla
porta principale.
Sulla carta si parla di condivisione di ideali politici e di un aiuto concreto
(?) a problematiche sollevate da cittadini presenti presso la Asl di Stornara in
cui lavora, mai risolte secondo il suo parere. A quanto pare non basta
lavorarci per migliorarla come struttura, non basta far parte del gruppo di
minoranza dell’attuale amministrazione, bisogna vestire a tutti i costi i panni
di consigliere comunale di maggioranza! Ci fermiamo qui o dobbiamo far
preoccupare anche il Papa per un imminente spodestamento? Quindi, da oggi in
poi, i cittadini piu’ sensibili ai problemi del paese, possono inviare al
gruppo di maggioranza formale richiesta di “adozione” per poter operare in
maniera efficiente?
Degna di nota l’esclamazione di uno dei suoi nuovi colleghi: ”mo amma’ vde’
proprj’ che sa fa!”.
A fine Consiglio, in pieno imbarazzo, qualche cittadino presente non sapeva se
fare gli Auguri per la tenacia nella scalata al potere o dare le Condoglianze
per lo scarso senso di coerenza nei confronti di chi ha creduto nella sua
candidatura, colleghi di partito ed elettorato! Se il buongiorno si vede dal
mattino… comunque aspettiamo con ansia i primi risultati di questa nuova
“sfida”. Cos’altro dire? Buon INIZIO lavoro!
Il primo commento a caldo arrivato da una cittadina presso la nostra “redazione”,
dopo l’ufficializzazione della notizia, ? stato: “Se Stornara Life dovesse
presentare una lista alle prossime amministrative, mettete me perch? sono la
donna di ‘facili poltrone’ che fa per voi!”. Io nel dubbio VOTO ROCCO.

https://www.facebook.com/groups/stornaralife/permalink/670465056734111/

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi

× Contattaci subito