Scuola Stornara

Sta passando in sordina un altro problema che affligge la
nostra comunit? da qualche anno, l’ennesimo fallimento che non far? di certo
onore alla visione “Smart” di chi ci amministra.
Dopo la dipartita della palestra comunale per uso scolastico, della villa
comunale, dei fondi per i libri di testo scolastici, del wifi (?), andiamo
verso la perdita dell’autonomia scolastica!
Il rischio? E’ che un domani si far? capo ad una delle scuole presenti nei
paesi limitrofi, e si dovr? andare l? anche per un rotolo di carta
igienica…sempre se non ci si lasci “andare” prima!

Tante le ipotesi ma si negano le responsabilit?, sigillandosi nello “scaricabarile”.
Tra le cause discusse tra i genitori, alunni e gli addetti ai lavori ci sono:

?        
Il contesto sociale difficile, soprattutto
quello della scuola secondaria di primo grado, fatto anche di ragazzi che impediscono
il corretto svolgimento delle lezioni, arricchito da arroganza e poco rispetto
del corpo docente con provvedimenti disciplinari inefficienti, richiamando in
alcune occasioni anche l’intervento della forza pubblica con relative
ripercussioni su studenti validi ma provati che mostreranno la propria
debolezza formativa nella scuola secondaria di secondo grado. Resta evidente
l’impotenza dei docenti, parte altrettanto lesa, che cercano di “difendersi”
come meglio credono!

?        
Il continuo esodo di famiglie straniere;

?        
Il costante esodo annuale di validi insegnanti,
in primis quelli della scuola secondaria di primo grado, che mina profondamente
la continuit? del sistema formativo degli studenti costretti a cambiare
l’intero corpo docente in ogni anno scolastico. La causa piu’ accreditata
sembra sia proprio il contesto scolastico troppo impegnativo e poco sereno,
oltre a quanto previsto dalle normative vigenti;

?        
La “poca” flessibilit? rispetto alle esigenze
dei genitori, alcuni particolarmente allergici alle regole…molti orientati piu’
ad un servizio vicino al baby-sitting (almeno per la scuola dell’infanzia) che
ad attivit? formative di base ed extra di indiscutibile valore (laboratori
artistici, di informatica, robotica…). Flessibilit? che dovrebbe essere garantita
a 360° secondo la Legge del 13 luglio 2015 n. 107 relativa alla Riforma della scuola
“La Buona scuola”: https://www.orizzontescuola.it/legge-13-luglio-2015-n-107-riforma-della-scuola/

?        
La poca informazione nei confronti dei
cittadini, da parte di tutte le Istituzioni coinvolte, su servizi offerti ed
annesse problematiche che possono segnare non poco il futuro scolastico dei
nostri figli.

Tutti punti che stanno portando ad una costante perdita di
alunni nel corso degli ultimi anni, e che si prospetta anche nei prossimi. Il
problema ? presente in primis presso la scuola dell’infanzia che al prossimo
anno perder? molto probabilmente una o piu’ sezioni.

Il rischio piu’ grande ? quello di perdere gi? dall’anno 2020/2021 la reggenza,
e quindi l’autonomia scolastica, dipendendo da una struttura scolastica esterna
al paese, con tutto ci? che ne consegue.
L’orgoglio e l’assordante silenzio pubblico di qualcuno di certo non aiuta,
infatti c’? chi prova a sparare in maniera scorretta e “infantile” (giusto per
restare in tema) le ultime cartucce nei confronti degli altri addetti ai lavori
piuttosto che organizzare un trasparente tavolo tecnico con tutte le parti del
territorio coinvolte!

Allo stato attuale i cittadini di Stornara premiano le 4 scuole dell’infanzia
private! Qualcuno storce il naso considerandole troppe rispetto al numero di
abitanti, oltre che poco qualificate rispetto alla scuola pubblica…il tutto
smentito dai numeri e da molti genitori che le considerano su misura delle
proprie esigenze e dei propri figli!
Promosse anche le scuole pubbliche e private dei paesi limitrofi.

Non per ultimo, c’? gi? qualche “saggio” travestito da
veggente, tra gli addetti ai lavori e non, che considera la perdita della
reggenza come una “conquista” per il paese, ed ? gi? pronto a festeggiare con i
fuochi d’artificio! A quanto pare c’? chi ha ancora il coraggio di fare
piuttosto un passo indietro.

P.S.: e anche questa volta ve l’ho detto nonostante me l’abbiano impedito di
farlo, perché i bambini vanno tutelati!
Si sa che a Stornara piacciono piu’ le sviolinate gratuite, mentre i problemi
si preferisce affossarli. Sembra non sia contemplato il parlarsi e confrontarsi
in maniera trasparente per poi, da persone mature, risolverli. La scuola
dovrebbe insegnare…dovrebbe!

https://www.facebook.com/groups/stornaralife/permalink/642955606151723/

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi