C’erano tutti i presupposti per un lieto fine grazie ad
un’ordinanza di divieto, ma alla fine l’autorizzazione ce l’hanno data e “Stramurales
Winter 2018” s’? dovuto fare!

Sono 2 i murales che hanno arricchito il centro cittadino di Stornara lo scorso
29 dicembre 2018 sul muro messo a disposizione dal cittadino Vincenzo Bancone,
precisamente accanto all’opera di Zabou Smith (artista londinese esibitasi lo
scorso agosto):
-La Monnalisa in versione “V per Vendetta”, scambiato per la Madonna sotto
Carnevale;
-il bacio eterno tra una coppia di anziani, preso come sponsor alla nuova
struttura in costruzione su via La Menola, destinata proprio al tessuto sociale
della terza et?!

Le opere sono frutto dell’evento “Stramurales Winter 2018”, promosso
dall’associazione “Stornara Life APS”, passati forse da 4 a 5 fessi, con il
gratuito patrocinio del Comune di Stornara e il particolare sostegno dell’assessore
alla cultura e spettacolo Brigida Andreano, che ha visto come protagonisti i
“No Chance”, gruppo di Street Artists sanseverese arrivati nella piccola
cittadina di Capitanata gioved? 27 dicembre. Anche in questa occasione abbiamo
ampliamente dimostrato di essere delle volpi esperti di arte con spirito
imprenditoriale: qualche cittadino ha chiesto di mettere a disposizione il
proprio muro di casa per donare a Stornara un nuovo murales, richiedendo in
cambio 700 euro!

Soddisfatto Lino Lombardi, fotografo e grafico professionista nonché ideatore della
manifestazione e presidente dell’associazione organizzatrice, in pratica quello
che impartisce ordini mentre si gratta gli zebedei dalla scrivania. Per? a
questo giro ? stata sua l’idea (per questo l’ha colta) di allestire lo “Street
Shopping”, un mercatino con quadri, album e boule da capovolgere con la “neve”,
tutti con una foto di Stornara nelle diverse epoche. Inoltre, con un piccolo contributo,
era possibile acquistare una serie di gadgets (borse di stoffa, astucci di
cartone con colori, block notes, portachiavi…) con su disegnati il logo
dell’associazione e uno dei vari temi a cui sensibilizzare l’intera comunit?:
rispetto per persone, animali, arredo urbano, ambiente… Mancavano solo gli
occhiali di Silvana Sabetta!
Come consulenti alla vendita, alcuni cittadini tra i piu’ giovani del tessuto
sociale del paese: Claudia Borrelli, Federica Cuccia e Karola Marseglia. Nessun
furto registrato grazie alla loro presenza!
“Il nostro obiettivo ? quello di educare attraverso l’Arte i cittadini al
rispetto di chi ci circonda, dai piu’ piccoli ai piu’ grandi” ? quanto ha
affermato dal presidente mentre dispensava “vaffanculo” su Stornara Life.

Immancabile lo “Street Food” seguito in cucina dai prestigiosi maestri locali Delia
Belluoccio (cuoca professionista), Roberto Nigro (assessore ai lavori pubblici,
protagonista del brand locale “Assessore in cucina”), Rocco Ciarallo e il
supporto di Annamaria Giovine nella location messa a disposizione
dall’associazione “Stornara in movimento”…a Gennaio vedremo quante tessere
perder? “Stornara Smart” per l’accaduto!
I cittadini, grandi e piccoli, hanno potuto degustare gli scagliozzi, piatto
tipico foggiano, pane e nutella e una vasta scelta di bevande, tra cui del buon
vino della “Cantina Apulia” di Stornara. Guardando il men? ? evidente che non
era intenzione degli organizzatori attirare gente, altrimenti avrebbero
proposto almeno la parmigiana!
Comunque alla distribuzione un altro giovanissimo cittadino e fan della manifestazione,
Paolo Schiavone, sotto la supervisione degli organizzatori.

Ad allietare la serata il dj locale Cosimo Fabiano con lo “Street Music”,
caratterizzato principalmente da musiche anni 80 e natalizie. Senza di lui il
sonno era assicurato!
Per i piu’ piccoli erano presenti anche delle Mascotte grazie alla
collaborazione di Maria Rosa Mandriano (la renna), Domenico Caputo (l’elfo) e
Michele Caputo (Babbo Natale) andati via dopo pochi minuti dalla loro
apparizione per via della poca gente e soprattutto del freddo, ridandosi
appuntamento a Carnevale. Il tutto offerto da Rocco Caputo con il supporto
dell’associazione “Giovani per l’Europa”.

Suggestiva l’area interessata dalle suddette attivit? collaterali grazie agli
addobbi natalizi curati da Sara Lafaenza, fiorista di professione. L’edera per
gli addobbi so che l’ha rubata Deny, ma in un’abitazione di campagna
incustodita, ci manca per? la diapositiva per sporgere denuncia pubblica su
Stornara Life.

Interessante anche lo “Street tour”, un pulmino messo a disposizione da Potito
Pozzozengaro per far visionare e spiegare tecniche/significato dei vari murales
sparsi per il paese ai cittadini e turisti, grazie alla guida Giancarla De
Marco, tra gli organizzatori dell’evento. Un solo giro per dei ragazzi di San
Severo, amici degli artisti, rimasti comunque entusiasmati delle opere come per
la cordialit?/simpatia della guida…per fortuna! Giancarla sta gi? cercando casa
a San Severo.

Presenti alla kermesse l’assessore alla cultura e spettacolo Brigida Andreano e
il presidente dell’associazione “Stornara Smart” Massimo Sardone, entrambi
impegnati negli ultimi anni nello sviluppo artistico/culturale della piccola
cittadina dei “Cinque Reali Siti” coinvolgendo attivamente le numerose
associazioni presenti sul territorio. Nell’occasione hanno mangiato, bevuto e
acquistato delle opere artistiche. Anche per questa loro apparizione si prevede
un calo di consensi da parte dei fans “Smart”. Sembra sia comunque tutto
piaciuto considerando che dopo 2 giorni non hanno ancora reso nulla, loro come
anche altri cittadini!

Assenza importante il nostro Primo Cittadino Rocco Calamita…a questo giro posso
dire “Rocco, hai fatto bene…a questo giro ci hai guadagnato in salute
considerando il freddo!”.

Altra assenza importante un Pinguino De Longhi o un braciere per esterni…con
tutto quel freddo a tratti qualcuno/a si sentiva come una lucciola sulla SS16
senza manco un cerino per riscaldarsi!

Il risultato finale: si sono venduti piu’ quadri e gadgets che scagliozzi e
pane e nutella! Di positivo c’? che l’Arte comincia “seriamente” a piacere. Di
negativo: va bene che gli scagliozzi non possono piacere a tutti, ma snobbare
pane e nutella per qualcosa che manco si mangia, l’Arte, mi sembra un po
esagerato…sig. Ferrero stai sereno per il 2019!

Per la buona riuscita dell’evento si ringrazia anche la Protezione Civile “Le
Giovani Aquile” per la gestione della sicurezza pubblica (“MITTTICI” come
sempre!), la ditta “Reali Siti” (nella persona di Nino Camarchio, alias “Dio”,
era infatti ad Alessandria lui) e Massimo Sardone per la logistica (armato di
bombola da cucina…non bastavano i muscoli!?!), il tesoriere dell’associazione
“Stornara Life APS” Sabetta Silvana per il coordinamento dell’intera
manifestazione (da soli, col caxxo si organizzava qualcosa!?!),
l’organizzatrice Deny Capolongo per l’ospitalit? degli artisti (nel 2019 aprir?
il ristorante “Da Deny”), e tutti gli altri organizzatori, cittadini e fans che
hanno voluto dare una mano come Rosaria Di Trani, Eugenia Laquale…soprattutto
chi ha preferito non esserci per non arrecare disturbo!
Indispensabile il contributo economico spontaneo ricevuto dal proprietario del
muro oggetto di murales, Vincenzo Bancone, e da parte dei concittadini Cettina
Lombardi e il dott. Giulio Ciccone. GRAZIE DAVVERO!

Si conclude positivamente il 2018 per Stornara e la nascente associazione
“Stornara Life APS”! Un altro passo avanti per l’Arte ? stato fatto, credendo
molto anche nella destagionalizzazione. Il prossimo avverr? ad agosto con
“Stramurales 2019”, gli organizzatori sono gi? all’opera pensando una sola
cosa: “chi caxxo ce lo fa fare”!

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi