Si e’ tenuta ieri pomeriggio la rappresentazione
teatrale “La Tavernetta” presso l’auditorium della scuola secondaria
di primo grado di Stornara.
Protagonisti indiscussi dei ragazzi del terzo anno che hanno 
simulato un procedimento penale minorile sul tema
“diffamazione tra minori attraverso i social network”, un tema molto
attuale come ha ricordato il parroco Don Tonino Mottola presente insieme alle
altre alte cariche civili e militari di Stornara.

Nonostante il gergo giuridico ostico anche per un adulto, i
ragazzi(TUTTI) sono riusciti ad entrare bene nella parte, recitando con
assoluta sicurezza e professionalit?, nonostante la tenera et? che li caratterizza!
Un’interpretazione che ha mostrato il volto delle generazioni attuali composte
da tanta incoscienza mista al senso di responsabilit? e giustizia, tutte
qualit? pi? “genuine” nella fase adolescenziale.

Il merito piu’ grande sui contenuti della recita e
l’interpretazione dei ragazzi va alla disponibilit? e competenza messa a
disposizione dall’avv. Isabella Di Domenico di Stornara che ha trasformato un
auditorium scolastico in una vera e propria aula penale.
Suggestiva la scenografia, insieme alla musica e i costumi curati da alcuni
docenti della stessa struttura scolastica, tra cui il prof. d’arte Rizzitiello
e la prof.ssa di musica Lepore, con la collaborazione dei genitori.

Un ringraziamento va al dirigente scolastico, dott.ssa Anna
Rosa CHIAUZZI, che ha voluto sposare la causa di un progetto indiscutibilmente
utile e concreto in un piccolo contesto cittadino purtroppo non esente da
spiacevoli atti di cyberbullismo.

Presenti all’evento anche molti cittadini di Stornara e di
fuori, tra cui genitori e parenti degli attori.

Unica nota stonata il solito pseudo-comizio politico di
rito…e’ prassi oramai portare la politica anche nel contesto scolastico tra
le ricorrenze ed eventi di vario genere.
Ogni volta poi c’? l’ottimista tra il pubblico che si aspetta risposte sui
disservizi che vanno oramai avanti da anni, come l’assenza di una palestra per
i bimbi della scuola primaria, oltre agli ultimi aggiunti, tipo la questione legata
al mancato rimborso dei libri della primaria. Anche a questo giro nessun
accenno oltre alla citazione di alcuni eventi legati all’attivit? politica
degli stessi.
I pi? pessimisti, a ridosso della festa di “Tutti i Santi”, credevano fosse
prevista la distribuzione dei “santini” per le prossime tornate politiche,
pericolo per fortuna scampato!
Assenti per fortuna i fischi, tranne una farfalla “disturbatrice” che ha
distratto per qualche secondo(volutamente?) parte della platea!

 

Di Antonio Signoriello

Sono Antonio Signoriello, Blogger ed Esploratore di notizie in rete. "Il blogger è una persona che si occupa di un blog perché qualcuno glielo chiede oppure, ed aggiungerei che sfortunatamente è il caso più frequente, perché nessuno glielo chiede" (Nonciclopedia)

Rispondi